La USS Gerald R. Ford completa con successo una doppia intercettazione missilistica


170408-N-WZ792-070 NEWPORT NEWS, Va. (April 08, 2017) The future USS Gerald R. Ford (CVN 78) underway on its own power for the first time. The first-of-class ship — the first new U.S. aircraft carrier design in 40 years — will spend several days conducting builder’s sea trials, a comprehensive test of many of the ship’s key systems and technologies. (U.S. Navy Combat Camera photo by Mass Communication Specialist 2nd Class Ridge Leoni/Released)

L’azienda americana Raytheon e l’US Navy hanno completato l’ultimo test del nuovo sistema di difesa (Integrated Combat System, ICS) della super portaerei USS Gerald R. Ford (CVN-78). La simulazione si è tenuta al largo delle coste della California dove è stato simulato uno scenario che comprendeva due missili anti nave. L’SSD (Ship Self Defence System), componente chiave dell’ICS, della Ford ha localizzato, classificato, inseguito e ingaggiato i bersagli con successo. Il manager del progetto SSDS della Raytheon, Mike Fabel, ha affermato che questo test di ingaggio doppio ha dimostrato la maturità del sistema e spiana la strada al raggiungimento della piena capacità operativa dell’intero sistema.

Il sistema messo a punto da Raytheon include:

  • Radar dual-band: localizza i target e fornisce la guida per i missili SeaSparrow
  • Cooperative Engagement Capability: condensa i dati dei sensori per fornire una traccia che sia la più accurata possibile
  • Ship Self Defence System: classifica i bersagli, determina quale sia la risposta e invia gli ordini ai missili
  • Evolved SeaSparrow

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *