Laser campale per l’USMC


L’US Marine Corps riceve il prototipo del laser campale approvato dal Dipartimento della Difesa.

Il 19 giugno, l’U.S. Marine Corps Systems Command  ha confermato che un prototipo di arma ad energia diretta anti drone è stato consegnato. Trattasi del Compact Laser Weapons System – o CLaWS – il primo laser per impieghi campali approvato dal Dipartimento della Difesa.

Negli ultimi anni, il Dipartimento della Difesa ha valutato le armi ad energia diretta – più comunemente conosciute come “laser” – come alternativa economica alle armi tradizionali. La valutazione di questi sistemi nasce dalla necessità di impedire ai droni nemici di localizzare e colpire i Marines sul terreno. Il CLaWS non intende essere un sistema autonomo. Peraltro, laddove il prototipo dovesse rispondere bene nella fase attuale di ricerca e sviluppo, potrà servire come componente di un sistema più ampio utilizzato per contrastare i droni.

L’uso operativo di nuove armi laser, come il CLaWS, richiede l’approvazione dell’Ufficio del Segretario della Difesa, in quanto comporta l’analisi di diversi fattori come i profili legali, i concetti di impiego, le regole di ingaggio, ed i potenziali danni collaterali sugli uomini.

Mentre i Marines valutano il sistema CLaWS, i progettisti del programma hanno già in mente il prossimo obiettivo, l’aggiornamento.

(Foto USMC)

(Tutti i diritti riservati)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *