Leonardo DRS presenta l’IM-SHORAD


Leonardo DRS presenta il nuovo sistema di difesa aerea a corto raggio INITIAL M-SHORAD (Initial-Maneuver-Short Range Air Defense vehicle).

Il moderno campo di battaglia è diventato un complesso teatro di minacce, dai potenti missili anti-carro ed anti-aereo a piccoli ma letali velivoli senza pilota in grado di localizzare tranquillamente truppe o bersagli, ad una varietà di velivoli a bassa quota e pesantemente armati. Leonardo DRS offre una moderna soluzione di difesa aerea a corto raggio per l’esercito americano e ha sviluppato il nuovo sistema di difesa aerea.

Leonardo DRS svelerà durante la conferenza annuale dell’Associazione degli Stati Uniti (AUSA) il primo prototipo del veicolo di difesa aerea a corto raggio iniziale (IM-SHORAD). Si tratta di una variante del veicolo Stryker proposto per la difesa aerea e missilistica equipaggiata con il pacchetto missione IM-SHORAD.

Leonardo DRS Initial M-SHORAD

Requisiti

L’IM-SHORAD è progettato per fornire una protezione della difesa aerea a 360 gradi unità Stryker e Armor Brigade (ABCT) in tutte le operazioni militari. La difesa aerea e missilistica è una delle priorità di modernizzazione dell’US Army https://www.aresdifesa.it/2019/07/08/lus-army-riorganizza-la-contraerea-leggera/

Pertanto, i nuovi sistemi mobili di difesa aerea dovranno fornire una capacità per colmare la lacuna di difesa aerea nelle attuali unità di manovra. Infatti, i nuovi sistemi dovranno contrastare le minacce aeree incluse i sistemi ad ala rotante, ad ala fissa e senza pilota https://www.leonardodrs.com/news/in-the-news/us-army-s-interim-short-range-air-defense-solution-crystallizes/

IM-SHORAD, montato su uno Stryker, applica un approccio di architettura di comando di missione aperta che integra il radar Sentinel, Forward Area Air Defense – Command and Control, un lanciatore universale Stinger Vehicle, il lanciatore M299 e le radio Line of Sight su una piattaforma del veicolo. Il sistema può interagire con i sistemi di difesa aerospaziale e Blue Force Tracker.

Adattabilità e possibilità di montare un laser da 50kw.

Il documento sui requisiti firmato di recente per Maneuver SHORAD richiede un veicolo come una variante Stryker A-1 con un’arma automatica da 0,50 od un cannone da 30 mm, insieme a un gruppo di missili, e possibilmente un laser da 50kw.

Per quanto riguarda una variante Striker armata solo con sistema laser https://www.aresdifesa.it/2019/08/12/contratto-per-il-m-shorad/

Con il pacchetto di equipaggiamento di missione di Leonardo DRS, come parte della capacità IM-SHORAD, sarà offerta la capacità di manovrare a livello tattico con una capacità di rilevamento, identificazione, ingaggio ed abbattimento di UAS, elicotteri e minacce ad ala fissa. Il requisito dell’US Army è di 144 sistemi IM-SHORAD con consegne a partire dall’anno fiscale 2020 e completamento della commessa nel 2024.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *