ADEX 2019 in Corea del Sud


Si è aperta la Seoul International Aerospace & Defense Exhibition (ADEX) 2019 presso l’aeroporto di Seongnam. L’evento si svolge dal 15 al 20 ottobre ed è una manifestazione con cadenza biennale. Essa mira a promuovere le imprese aerospaziali e di difesa del Paese, nonché a migliorare gli scambi di tecnologie globali.

E’ stata lanciata nel 1996 come Seoul Air Show e, successivamente, è stata ampliata nel 2009 per incorporare le risorse militari terrestri. La mostra di quest’anno, la dodicesima nel suo genere, riunisce circa 430 imprese attive nel settore difesa di 34 paesi. Le aziende hanno allestito un totale di 1.730 stand per promuovere i loro prodotti.

Sono esposti vari tipi di aeromobili, veicoli aerei senza equipaggio e sistemi d’arma. 

L’Aeronautica Sudcoreana presenta per la prima volta al pubblico l’aereo da combattimento Lockheed Martin F-35A Lightning II Joint Strike Fighter (JSF). Peraltro, attira particolare attenzione il mock up del velivolo da caccia all’avanguardia sudcoreano, il KF-X, che è presentato pubblicamente per la prima volta. Il progetto da 7,3 miliardi di dollari USA è iniziato nel gennaio 2016 per sostituire gli ormai logori jet F-4 e F-5 dell’Aeronautica militare. Poiché il suo design è stato completato il mese scorso, la Korea Aerospace Industries (KAI) sta lavorando su un prototipo che sarà lanciato nel 2021. Il governo punta a completare il progetto entro il 2026.

Immagine correlata

Il caccia, lungo 16,9 metri, può volare ad una velocità massima di Mach 1,81 con un range di volo che raggiunge i 2.900 chilometri. Con un carico utile massimo di 7.700 chilogrammi, il caccia KF-X è in grado di montare 10 pod per missili. Secondo il KAI sarà in grado di trasportare diversi tipi di missili aria-aria, come l’IRIS-T tedesco. “Il caccia KF-X è classificato come un jet della generazione 4.5 sebbene presenti somiglianze esteriori con l’F-35A di quinta generazione”. “Il suo costo di funzionamento è la metà di quello degli aerei F-35A mentre vanta una capacità di manovra superiore”.

Tra gli assetti stranieri presenti all’evento figurano l’elicottero d’attacco AH-64 Apache della Boeing, il Saab Swordfish Maritime Patrol Aircraft e l’aereo da trasporto A400M dell’Airbus. Folta e ben rappresentata la componente statunitense con il Lockheed Martin F-16 Fighting Falcon, l’aereo cisterna Boeing KC-135 Stratotankers, il drone General Atomics MQ-1 Predator, il velivolo da guerra elettronica e soppressione delle difese Boeing EA-18G Growler nonché i convertiplani da trasporto Bell Boeing MV-22 Osprey. Invece, alla manifestazione non sono presenti i caccia Lockheed Martin/Boeing F-22 Raptor ed i Lockheed Martin F-35A Lightning II dell’USAF. 

La società di difesa sudcoreana LIG Nex1 partecipa all’evento internazionale con propri sistemi di armamenti e capacità tecnologiche per i campi di battaglia del futuro. I sistemi d’arma esposti alla mostra aerospaziale e di difesa includono missili guidati a lunga distanza e terra-aria, componenti da combattimento costruiti nel Paese, sistemi di guerra elettronica, elicotteri senza equipaggio e micro droni.

Per l’Italia partecipano: Leonardo, Breton, MetaSensing Italia Srl, Explorer Cases by GT Line. 

A margine del salone, sono previsti diversi incontri e seminari a cui parteciperanno più di 95 Ministri della Difesa, leader militari ed esperti di 53 Paesi, durante i quali avvieranno una diplomazia di difesa attiva e consultazioni commerciali in merito ai loro progetti di approvvigionamento militare. In un comunicato il Ministero della Difesa Sudcoreano ha dichiarato che “l’evento creerà le migliori possibilità per le società di difesa globali di promuovere i propri prodotti e che i partecipanti potranno sperimentare le ultime tecnologie nel settore aerospaziale e di altri sistemi di armamento”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *