Il Wiesel Wingman all’AUSA


‎Rheinmetall Defence all’Annual Meeting & Exposition 2019 dell’Associazione dell’Esercito degli Stati Uniti (AUSA), presente una soluzione avanzata del Wiesel Digital. Tale versione, la Wingman, intende rispondere alla prossima diffusione di veicoli da combattimento robotici nelle fila degli eserciti più avanzati tecnologicamente. Esaminando i requisiti del programma Robotic Combat Vehicle-Light (RCV-L) dell’US Army, la tedesca Rheinmetall ha fuso le capacità delle piattaforme veicolari Wiesel Digital e Mission Master UGV, dando vita alla versione Wiesel Wingman.

Wiesel Wingman

‎Il Wiesel Wingman si basa sul Wiesel Digital di Rheinmetall, una versione completamente digitale del Wiesel che è stata perfezionata negli ultimi anni. Ciò include la completa digitalizzazione del veicolo e la sostituzione di tutti gli elementi di trasmissione meccanici e idraulici con una trasmissione digitalizzata. Inoltre, il Wiesel Wingman è dotato di Drive by Wire (DbW) con tripla ridondanza. Questo sistema DbW è stato sottoposto a rigorosi test, rendendo il Wiesel Wingman il primo veicolo blindato cingolato certificato per l’uso su strada con DbW. Il veicolo mantiene l’elevata mobilità riscontrata nelle varianti esistenti del Wiesel, con una velocità massima di 43 mph e un’eccellente manovrabilità su vari terreni grazie al suo basso GVW e alla bassa pressione al suolo.

Lo scafo blindato Wiesel Wingman protegge tutte le componenti critiche dalle schegge dei colpi d’artiglieria e dal fuoco delle armi leggere. Il veicolo può essere dotato di una varietà di sistemi; per l’RCV-L, il Wiesel Wingman include una CROWS-J; sono anche possibili altre varianti da combattimento, basate sulla importante capacità di carico utile del telaio Wiesel. Il veicolo ha eccezionali capacità di ricognizione grazie alla sua mobilità superiore e al suo drone integrato, che aumenta notevolmente la capacità di sorveglianza e identificazione del bersaglio. Il Wiesel Wingman può essere trasportato per via aerea in un CH-47 e in un CH-53 come carico interno o esterno al gancio baricentrico. Due Wiesel Wingman possono essere facilmente inseriti nel vano di carico di un C-130 Hercules.

Il Wiesel Wingman è stato testato e provato durante vari test e prove a cui è stato sottoposto dall’US Army e dal Deutsches Heer.

Il Mission Master UGV, sviluppato da Rheinmetall Canada, contribuisce con le sue tecnologie autonome alla piattaforma Wiesel Wingman. Ciò fornisce al Wiesel Wingman una serie di sensori collaudata, un software di controllo della piattaforma e di navigazione universale.

Mission Master UGV

Il kit di intelligenza artificiale (AI) consente al veicolo di condurre operazioni semi-autonome e autonome; il completo controllo remoto consente leader-follower operation e waypoint navigation. La capacità di evitare gli ostacoli, il funzionamento in ambienti privi di segnale GPS ed il controllo remoto dei sensori e della piattaforma rendono, attualmente, il Wiesel Wingman il veicolo più intelligente e robusto della sua categoria. La sua architettura software aperta ed il volume interno considerevole forniscono un potenziale di crescita significativo per la tecnologia futura.

Il Mission Master UGV di Rheinmetall Canada è stato esposto insieme al Wiesel presso AUSA, in entrambe le configurazioni di carico e protezione (armate). Il Mission Master offre mobilità all-terrain e anfibia, oltre alla modalità di guida silenziosa. Può operare in modo autonomo o semiautonomo. Oltre a un sistema di stoccaggio flessibile, Mission Master -– Cargo può essere montato per adattarsi sia a operazioni di alto profilo che di basso profilo. Il suo design robusto può sopportare un carico utile di mezzo tonnellata di sistemi, attrezzature e materiali.

Mission Master-Protection con Rheinmetall Fieldranger Multi

Il Mission Master – Protection può essere dotato della Rheinmetall Fieldranger Multi, armata con un doppio lanciarazzi da 70 mm di Thales che ha recentemente dimostrato la capacità di sparare una salva di 14 razzi, rilasciando 60 kg di alto esplosivo sul bersaglio in 1,6 secondi. Il Mission Master – Protection può essere dotato anche di mitragliatrici calibro 12,7mm e lanciagranate automatici da 40 mm.

Foto ed immagini Rheinmetall


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *