L’Orso italiano


Il VTMM (Veicolo Tattico Medio Multiruolo), noto anche con gli acronimi MMTV (Multi-role Medium Tactical Vehicle) o MPV (Multi Purpose Vehicle), è un mezzo blindato medio di nuova generazione prodotto dalla tedesca Krauss Maffei Wegmann e dall’italiana IVECO DVD.

Rientra nel novero dei blindati che discendono dai veicoli ideati dall’esercito rhodesiano e sviluppati, in un secondo momento, dai sudafricani che produssero una serie di APC che grazie alla loro caratteristiche (scafo a V) riuscivano a garantire la sopravvivenza ai propri equipaggi.

Ispirarono il programma americano MRAP (Mine-Resistant Ambush Protected) per lo studio e la produzione di veicoli progettati specificamente per resistere all’esplosione di mine e ad ordigni esplosivi improvvisati (IED).

Il VTMM, chiamato “Orso” è stato realizzato per soddisfare le esigenze di trasporto e protezione delle unità dell’Esercito Italiano e le sue caratteristiche non lo rendono un veicolo da combattimento ma un veicolo per il ruolo di trasporto truppe e di logistica ed è stato sviluppato in varie versioni:

  • Genio Esplorazione ACRT (Advanced Combat Engineer Reconnaisance Team)
  • Genio EOD/IEDD (Explosive Ordnance Disposal e Improvised Explosive Device Disposal)
  • Guerra elettronica EW (Electronic Warfare)
  • Posto Comando
  • Comunicazioni
  • Traino obici leggeri
  • Supporto Logistico
  • Ambulanza

IMPIEGO

In particolare l’Esercito Italiano ha iniziato ad acquisire il VTMM per la creazione degli assetti RCP (Route clearance package) idonei a rendere sicura le percorrenza sulle vie di comunicazioni; questi nuclei saranno formati da 5 VTMM in 4 versioni diverse [Decoy (RCP1), Detection (RCP 2), Confirmation (RCP3), and Observation (RCP4 and RCP5)].

Nella prima configurazione il VTMM disporrà di un braccio manipolatore estensibile “Fassi” per rimuovere oggetti distanti dal mezzo mentre il secondo VTMM avrà la funzione di neutralizzazione (peraltro è il primo mezzo di un convoglio) e sarà dotato di un sistema Calife 3 IR della MBDA (braccio di attivazione con tre coppie di ruote in grado di esercitare una pressione di circa 1 bar sul terreno per fare detonare mine o IED attivati da piatti di pressione). La versione di ricerca e rilevamento monterà un sistema sviluppato anche questo dalla MBDA basato su di un GPR (Ground penetrating radar) Visor 2500 della statunitense Niitek (un sistema che consente una visualizzazione del terreno in 2D o 3D per rilevare ordigni nascosti sotto sabbia o terreni di diversa natura). L’RCP comprende poi la quarta e la quinta piattaforma identiche tra loro e adibite al trasporto del personale e del materiale. Almeno due veicoli saranno dotati di sistemi di sorveglianza (Gyrocam VOSS) montati su mast elevabile (attualmente sono stati acquisiti circa 60 veicoli per le esigenze dei reggimenti genio).

La versione ambulanza è caratterizzata dalla stessa protezione delle altre versioni per garantire al personale medico di poter operare in piena sicurezza soccorrendo e stabilizzando due feriti (di cui uno in condizioni “critiche”); questa versione è dotata di un braccio idraulico per la movimentazione della barella (acquisito in 16 esemplari dall’Esercito Italiano).

Come il Lince il VTMM è stato progettato per salvaguardare l’equipaggio (fino a 10 uomini – la capienza dipende dalla versione) racchiudendolo all’interno di una cellula di sopravvivenza.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI

Le caratteristiche dell’Orso sono:

  • Dimensioni: 4×4lungo 6,9 m larghezza 2,53 m altezza 2,75-3,05 m; 6×6: 7,4 x 2,53 x 3,05 m;
  • Motore: turbodiesel IVECO Cursor 9 da 400 HP (294 kw) per 4×4, 331 kw per il 6×6;
  • Velocità: 90 Km/h;
  • Peso massimo: 4×4 18 tonn; 6×6: 25 tonn;
  • Autonomia: circa 700 km;
  • Guado: 075 m senza preparazione e 1,2 m con preparazione;
  • Altezza da terra: 0,429 m
  • Protezione: antimina (scafo a V) armi leggere, schegge d’artiglieria, IED e sistema di filtraggio NBC;
  • Il veicolo è aerotrasportabile su C130 (con preparazione preventiva del veicolo), C5, C17 e A400M

Il veicolo può essere equipaggiato con torretta Hitrole remotizzata con mitragliatrici da 7,62 o 12,7 oppure con lanciagranate automatico Mk19 da 40 mm.

MERCATO DEL VTMM

I principali operatori sono, oltre all’Esercito Italiano, anche l’Esercito Tedesco per il quale è stato sviluppato da Krauss-Maffei Wegmann (KMW) con la denominazione di GFF4 (Geschützte Führungs – und Funktionsfahrzeuge, Klasse 4: Dipartimento armi e veicoli multiuso, Classe 4), precedentemente KMW Grizzly; la versione tedesca differisce da quella italiana per via del fatto che si basa sul telaio del camion 6×6 “Trakker” di IVECO (la germania prevede la possibilità di sviluppare anche una versione 8×8).

Iveco si è aggiudicata una commessa, del valore di 30 milioni di Euro, per fornire all’esercito libanese 80 veicoli per le forze armate e le forze di polizia ed in particolare 25 LMV “Lince”, 5 MPV “Orso” e 10 veicoli blindato VBTP 6×6 (veicolo trasporto truppe blindato ruotato, coprodotto da IVECO e dall’Esercito Brasiliano); per l’MPV/VTMM “Orso” è la prima esportazione, mentre per il VBTP è il primo caso di esportazione di questo mezzo fuori dal Sudamerica (Brasile e Argentina).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *