La Brigata Franco-Tedesca e l’Eurocorpo


La Brigata franco-tedesca (BFA) è stata un’unità binazionale di circa 4.800 uomini costituita il 2 ottobre 1989 per volere dei Capi di Stato di Francia e Germania, François Mitterrand e Helmut Kohl, e che rappresentava il simbolo della collaborazione fra le due nazioni. Doveva avere, oltre un significato prettamente militare, anche un significato politico, rappresentando la volontà di due paesi, una volta acerrimi avversari, di procedere insieme verso la creazione di un Esercito Europeo.

Nacque in un periodo di grandi mutamenti geopolitici a seguito della caduta del muro di Berlino e, di fatto, del collasso del Patto di Varsavia e gli Eserciti Francese e Tedesco erano al culmine della loro potenza.

L’Esercito Francese e quello Tedesco dell’epoca

L’Esercito Francese si trovava in un “limbo” creato dalla decisione, del 1966, di uscire dalla struttura di difesa integrata dell’Alleanza Atlantica come gesto di protesta, da parte del presidente de Gaulle. Egli lamentava, infatti, l’eccessivo ruolo di dominio assunto nell’organizzazione da parte degli Stati Uniti. Peraltro, rimasero accordi che prevedevano l’intervento delle unità francesi in caso di guerra a fianco della NATO.

L’Esercito Tedesco all’epoca era organizzato con una doppia struttura, quello da campagna e quello territoriale; il primo era costituito da 12 divisioni suddivise in 3 Corpi d’Armata con una forza corazzata seconda solo a quella degli Stati Uniti. Da parte sua la componente territoriale disponeva di 12 Brigate e svariati reggimenti non inquadrati.

Questa nuova unità venne posta alle dipendenze dell’EUROCORPO, una forza multinazionale a livello di Corpo d’Armata nata nel1992 facente capo all’Unione Europea ma sotto C2 (Comando e Controllo) costituito da unità belghe, francesi, tedesche, lussemburghesi e spagnole.

Organica della Brigata Franco-Tedesca

La BFA è una Brigata blindata costituita da reparti organici tedeschi e francesi, all’infuori del battaglione di comando e supporto che è l’unico reparto, oltre allo staff del Comando, completamente misto della Brigata.

L’ unità ha adottato un doppio motto in francese e tedesco: «Le devoir d’excellence » e « Dem Besten verpflichtet».

Al comando della BFA si alternano rispettivamente Generali di Brigata Francesi e Tedeschi; il Brigadiere Generale Peter Mirow ha assunto il comando dell’unità il 12 settembre 2019.

VBMR (Véhicule Blindé Multi-Rôle) “GRIFFON”

Battaglione di Comando e Supporto (Müllheim in Germania)

  • Staff (binazionale)
  • squadrone comando logistico (binazionale)
  • squadrone supporto (binazionale)
  • squadrone trasporti (tedesco)
  • support group (francese)
  • squadrone manutenzione (binazionale)

110e Régiment d’Infanterie (Donaueschingen in Germania) (Sarrebourg in Francia)

  • compagnie de commandement et de logistique ;
  • 3 compagnies de combat (1er, 2e, 3e,) (veicoli VAB, VBL e sistemi controcarri MILAN)
  • 1 compagnie d’appui (mortai);

Il 110e Régiment è stato uno dei primi reparti francesi a ricevere il missile controcarri ERIX e, per allinearsi al Battaglione “fratello” della Brigata, lo Jägerbataillon 292, variò il suo organico riducendo a 3 il numero delle compagnie fucilieri.

Jägerbataillon 291 (è la prima unità tedesca ad essere di stanza in Francia, a Illkirch-Graffenstaden, dopo la fine della II Guerra Mondiale)

  • compagnia comando
  • 2 compagnie Jäger (Transportpanzer Fuchs e sistemi controcarri MILAN)
  • compagnia da ricognizione (veicoli Luchs)

Jägerbataillon 292 (Donaueschingen in Germania)

  • compagnia comando
  • 3 compagnie Jäger (Transportpanzer Fuchs)
  • compagnia controcarri (Transportpanzer Fuchs e sistemi controcarri MILAN)

Artillerie bataillon 295 (Stetten am kaltern Marklt in Germania)

  • batteria comando
  • 2 batterie obici (FH70)
  • batteria lanciarazzi (lanciarazzi LARS)

Panzerpionierkompanie 550 (Stetten am kaltern Marklt in Germania)

3e Régiment de Hussards (Metz in Francia)

  • squadrone comando
  • 3 squadroni blindati (AMX10RC)
  • 2 squadroni controcarri (VBL e sistemi controcarri MILAN)

A causa di tagli nel bilancio della Difesa l’esercito francese sciolse, il 24 giugno 2014, il 110e Régiment d’Infanterie che venne sostituito, nell’organico, dal 1er Régiment d’Infanterie:

  •  compagnie de commandement et de logistique ;
  • 5 compagnies de combat (1er, 2e, 3e, 4e et 9e Cie) (veicoli VAB, VBL e sistemi controcarri MILAN)
  • 1 compagnie d’appui (mortai);
  • 1 compagnie de réserve opérationnelle (5e Cie).

Impiego operativo in Bosnia ed in Afghanistan

Come grande unità binazionale, la BFA costituiva il nucleo di risposta immediata dell’EUROCORPO, fornisce una delle unità NRF (Nato Response Force) della NATO; in questa sua veste la Brigata è stata impiegata, per la prima volta, a Sarajevo nel 1996 in seno alla Multinational Division South-East (Divisione Salamandra) di Mostar, mentre elementi dell’unità sono stati impiegati in Afghanistan, alle dipendenze dell’EUROCORPO nell’ambito della Multinational Brigade (KMNB) durante il 6° mandato di ISAF nel 2004.

AMX-10 RC

Evoluzione della Brigata

A seguito delle riorganizzazioni delle rispettive forze terrestri i reparti della Brigata sono tornati nei rispettivi paesi (con l’accordo che non ci saranno mai più di 550 soldati di ogni Nazione stazionati nell’altra Nazione) e hanno iniziato il riequipaggiamento con nuovi materiali ed in particolare:

  • 1er Régiment d’Infanterie sarà uno dei primi reparti francesi ad essere equipaggiato con il sistema FÉLIN (Fantassin à Équipement et Liaisons Intégrés, Integrated Infantryman Equipment and Communications) e con il VBMR (Véhicule Blindé Multi-Rôle) “GRIFFON”in attesa di ricevere anche l’HK 416F che sostituirà definitivamente il fucile FAMAS nei reparti dell’Armée de terre;
  • Artillerie bataillon 295 ha sostituito gli FH70 e il LARS con 16 semoventi PZH2000 (2 batterie) e 8 MLRS (1 batteria);
  • Jägerbataillon 291 la 1^ compagnia fucilieri rimane equipaggiata con TPZ Fuchs, la seconda è equipaggiata con GTK BOXER mentre la terza compagnia, che è la compagnia da ricognizione della Brigata è equipaggiata con il veicolo da ricognizione “Fennec”
  • Jägerbataillon 292 viene gradualmente equipaggiato con veicoli GTK BOXER oltre a 8 veicoli Wiesel con missili controcarri TOW e 8 veicoli Wiesel con cannone da 20mm.
Wiesel con lanciamissili anticarro TOW

Impieghi recenti

‎Nel 2015/2016 l’unità ha guidato la Missione europea di formazione in Mali‎‎(EUTM Mali‎). ‎‎

‎Da febbraio a luglio 2018, lo Jägerbataillon ‎292‎‎ sotto la guida del ‎‎tenente colonnello‎ Wolf Raidiger Otto ha fornito il nucleo della terza rotazione della multinazionale della NATO ‎Battlegroup Lituania‎‎ nella missione NATO Enhanced Forward ‎Presence.‎‎ in ‎‎Lituania.

APC BOXER

Attualmente le unità sono stazionate nei rispettivi Paesi di origine con i reparti francesi inseriti nell’organico della 1re Division Blindée mentre quelli tedeschi sono inseriti nella 10 Panzerdivision e hanno partecipato, in maniera congiunta, all’esercitazione Feldberg 2016.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *