L’India riprova a raggiungere la Luna


L’Indian Space Research Organisation ha confermato di stare lavorando ad un secondo tentativo di atterraggio sulla Luna per lander indiano Vikram.

Vogliamo dimostrare la tecnologia del lander Vikram. Stiamo lavorando su un piano d’azione su come andare avanti

Kailasavadivoo Sivan, Presidente dell’ISRO

Chandrayaan-1

Il primo passo per l’India verso la Luna avvenne nel 2008 con la missione Chandrayaan-1.

La missione sarebbe dovuta durare due anni ma è finita dopo appena 312 a causa di alcuni problemi tecnici. Lo scopo della missione era effettuare una mappatura delle caratteristiche topografiche lunari in 3D e dimostrare di saper completare tutti i passaggi per una missione interplanetaria.

Chandrayaan-2

Il Rover Pragyan sulla rampa del Vikram

Quello che sarebbe dovuto essere il primo atterraggio lunare per l’India, con la missione Chandrayaan-2, si è rilevato un fallimento. Il lander Vikram, sul quale erano presenti anche componenti europei, invece di atterrare sul suolo lunare ad una velocità di 7,2 km/h è atterrato a 180 km/h.

Chandrayaan-3?

La terza missione del programma spaziale indiano non è ancora perfettamente delineata e non sembra avere punti in comune con un secondo tentativo di atterraggio per il lander Vikram.

La terza missione infatti è una collaborazione tra l’ISRO indiana e la JAXA giapponese. Lo scopo della missione è atterrare sulla luna, prelevare dei campioni di materiale e tornare sulla terra.

Il lancio dovrebbe avvenire nel 2023 ma, ad ora, non è pervenuta nessuna documentazione ufficiale da parte delle due agenzie nazionali.

E’ molto probabile che il secondo “volo” del Vikram sarà un’altra missione dell’agenzia indiana.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *