Novità per gli Eurofighter Typhoon


Nell’ambito della conferenza tenuta da Airbus, facente parte del Consorzio Eurofighter, sono emerse interessanti novità per i Typhoon. Come è noto Airbus, nell’ambito del consorzio Eurofighter, cura l’allestimento e manutenzione dei Typhoon tedeschi, spagnoli ed austriaci; BAE Systems si occupa dei velivoli britannici, sauditi, omaniti e qatarioti; Leonardo ha la gestione del programma italiano e kuwatiano.

Project Quadriga

Il Project Quadriga presentato da Airbus è destinato alla Luftwaffe che ha la necessità di sostituire gli Eurofighter Typhoon Tranche 1. Tale programma prevede la costruzione di un massimo di 38 nuovi Typhoon, tra cui 7 biposto, 26 monoposto e 5 monoposto opzionali.

Lo standard dell’aeromobile includerà il radar E-Scan compreso un nuovo Multichannel Receiver. Il programma Quadriga servirà alla Luftwaffe per ricostruire le necessarie capacità di superiorità aerea ora in declino. Il contratto tra il Ministero della Difesa Tedesco ed Airbus, in rappresentanza del Consorzio Eurofighter, dovrebbe essere siglato all’inizio del 2020.

E-Scan Radar Mark 1 o Mk1

La versione E-Scan del radar Captor è stata progettata per sostituire le antenne meccaniche e i trasmettitori ad alta potenza con un’antenna elettronica. La nuova antenna elettronica migliorerà tra l’altro la capacità di sorveglianza e scoperta aerea di bersagli multipli, permettendo di aumentare la gittata utile dei missili BVR o Beyond Visual Range.

La Luftwaffe, a partire dal secondo quadrimestre 2022, inizierà a ricevere 110 Typhoon Tranche 2 e 3 ammodernati con la versione a scansione elettronica del radar. Invece, l’Ejercito de l’Aire, dal terzo quadrimestre 2022, riceverà l’E-Scan radar su 19 Typhoon Tranche 3. Il contratto per la versione MK1 dell’E-Scan sarà siglato tra la fine di quest’anno e l’inizio dell’prossimo. Il programma di retrofit serve ad aumentare le capacità di esportazione del Typhoon nonché segna un passo importante nell’ambito dell’evoluzione delle capacità di combattimento (Long Term Evolution) che per i tedeschi-spagnoli serviranno in attesa del FCAS. Ma il nuovo radar potrebbe vedere l’impiego anche sulla possibile nuova versione EW-Electronic Warfare del Typhoon.

Capacità ECR-SEAD per il Typhoon

Si tratta di un approccio collaborativo del polo industriale tedesco, parte di un percorso per lo sviluppo di tecnologie avanzate. Il progetto prevede la possibilità di combinare capacità jammer Escort e Stand-in . Le iniziali capacità operative sarebbero raggiunte grazie ad una soluzione concreta disponibile in tempi rapidi, mentre le piene capacità sarebbero raggiunte nell’ambito del Long Term Evolution.

Come caratteristiche tecniche sono previste un Main Beam Azimuth con raggio d’azione a 360°. L’aereo sarebbe configurato con due pod Escort Jammer sotto le ali, 2 Emitter Location System alle estremità alari. Dal punto di vista dell’armamento, Airbus propone una configurazione con 4 LRAAM (Meteor), 2 SRAAM (per esempio l’Iris-T) e 6 Spear-EW (l’apposita versione per la soppressione di sistemi radar della munizione per attacchi di precisione sviluppata per la RAF). Completano i carichi esterni 3 serbatoi ausiliari da 1000 lt.

Infatti, Airbus spera di “intercettare” il requisito della Luftwaffe per 85 nuovi apparecchi da dividere in due batches; il primo di 45 velivoli dotati di capacità “strategiche” ed il secondo di 40 apparecchi con capacità di Escort Jammer incluse. Sul piatto c’è la sostituzione di altrettanti Tornado IDS ed ECR che attualmente servono per missioni di strike nucleari con bombe NATO B-61, strike convenzionali e per soppressione delle difese radar.

Immagini AIRBUS


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet