Twister per la difesa europea


‎Il 12 novembre 2019, il Consiglio dell’Unione europea ha dato il via libera al progetto di capacità ‎‎TWISTER (Timely Warning and Interception with Space-based TheatER surveillance)‎‎ nell’ambito del quadro ‎‎di cooperazione strutturata permanente (PESCO).‎‎ Questo progetto internazionale di difesa missilistica, che comprende già cinque Paesi europei, cerca di sviluppare, con il sostegno del Fondo europeo di difesa, un intercettore multiruolo europeo per affrontare le minacce emergenti da introdurre in servizio entro il 2030. ‎

Endo-atmospheric interceptor – TWISTER – Pesco © Mourad Cherfi

Le esigenze NATO ed UE

Nell’affrontare questo divario di capacità, la componente intercettore del progetto TWISTER diventerà in ultima analisi un elemento chiave nel contributo dato dai paesi europei alla missione di difesa territoriale, della popolazione e delle forze armate della NATO, soddisfacendo al contempo il livello di ambizione dell’Unione europea nel campo della difesa missilistica. ‎
‎Razionalizzando e mettendo in comune le capacità, gli Stati membri di PESCO beneficeranno di una capacità operativa in una classe a sé stante e garantiranno la loro autonomia strategica e la loro libertà d’azione. ‎
‎Questo nuovo intercettore endoatmosferico affronterà una vasta gamma di minacce, tra cui la manovra di missili balistici con distanze intermedie, missili da crociera ipersonici o supersonici, velivoli ipersonici e obiettivi più convenzionali come aerei da combattimento di nuova ‎
‎generazione. Questo intercettore integrerà i sistemi terrestri e navali esistenti e futuri. ‎

Il ruolo di MBDA


MBDA si impegna a soddisfare questa esigenza attraverso tecnologie e architetture di nuova generazione che si basano su studi nazionali e finanziati dall’azienda che sono stati condotti negli ultimi cinque ‎
‎ anni. MBDA si baserà anche sulla sua esperienza di cooperazione industriale a livello europeo, sul suo lungo patrimonio di programmi di difesa aerea complessi leader e sulle sue solide relazioni industriali nel più ampio panorama europeo per stabilire un team guidato da competenze e capacità. “‎‎L’MBDA accoglie con entusiasmo la decisione del Consiglio‎‎” ” afferma l’amministratore delegato dell’MBDA “, e impegnerà tutta la sua esperienza di difesa energetica e missilistica in future attività collaborative e transfrontaliere di R&T e R&S. ‎
‎ ‎
‎ ‎Questo progetto di intercettore di prossima generazione offre agli europei un’opportunità unica per far convergere i loro sforzi nel campo della difesa missilistica e per garantire la sovranità in un’area vitale per la loro autonomia strategica. Questi intercettori di fascia alta sono tecnologicamente esigenti e il loro sviluppo rappresenterà un salto di qualità per l’intero settore missilistico europeo. Il nostro modello industriale come campione europeo ci dà la massa critica necessaria per realizzare questo progetto impegnativo attraverso la cooperazione con i nostri partner industriali europei.‎‎” ‎

Il progetto TWISTER e l’iniziativa PESCO


‎Il progetto TWISTER è il secondo progetto di sistemi missilistici ad essere sostenuto nell’ambito della nuova agenda europea per la difesa dopo il programma di capacità Beyond Line Of Sight (BLOS) che è entrato a far parte del PESCO nel novembre 2018 e per il quale MBDA ha presentato il suo sistema di combattimento a terra di quinta generazione, l’unica soluzione sotto l’autorità europea di progettazione che dà alle unità di combattimento in prima linea la possibilità di sparare oltre la linea di vista diretta, mantenendo al contempo il processo decisionale in ‎
‎ corso.‎

Qui il comunicato di MBDA https://newsroom.mbda-systems.com/mbda-ready-to-meet-the-challenge-of-europes-missile-defence/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *