Fincantieri investe negli Stati Uniti


Fincantieri investirà 100 milioni di dollari nel principale dei tre suoi stabilimenti statunitensi, il Fincantieri Marinette Marine (FMM). A questa cifra si aggiungeranno ulteriori 30 milioni di dollari stanziati dallo Stato del Wisconsin, dove si trovano i tre impianti (oltre il FMM, l’Ace Marine ed il Bay Shipbuilding). Lo stabilimento FMM è stato oggetto di visita pochi giorni fa da parte del Vice Presidente Statunitense, Mike Pence, per il quale lo stabilimento “ha giocato un ruolo fondamentale nella difesa nazionale“. Il riferimento è alle 190 tra navi e imbarcazioni di varie dimensioni varate e consegnate alla Us Navy. Attualmente, Fincantieri in consorzio con Lockheed Martin, è impegnata nella costruzione delle Littoral Combat Ship, il Navy Lighterage System migliorato, unità contromisure mine nonché di unità rompighiaccio dell’U.S. Coast Guard. Inoltre, sono iniziati i lavori di costruzione ed allestimento delle quattro fregate leggere derivate dalle LCS destinate alla Marina dell’Arabia Saudita.

LCS in costruzione per l’US Navy

Non è escluso che questo ruolo diventi ancora più importante: infatti, il prossimo anno sarà aggiudicata la gara da 19 miliardi di dollari per la fornitura alla stessa Us Navy di 20 fregate multiruolo, il programma FFG-X, a cui Fincantieri partecipa con il progetto FREMM IT, ovviamente completamente rivisto per imbarcare sistemi e sensori in uso alla Marina Statunitense. Pertanto, il grosso investimento di 130 milioni di dollari è stato deliberato anche in vista dell’esito della gara. Nei tre stabilimenti statunitensi lavorano circa 2.500 persone; l’indotto è notevole, considerato che ne beneficiano circa 350 ditte. Grazie al predetto investimento sarà possibile aumentare la forza lavoro di ulteriori 700 persone.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *