Nuovi problemi per Boeing


La Boeing non sta attraversando certamente un periodo positivo. Dopo il mea culpa dell’amministratore delegato per i due incidenti aerei che hanno portato la morte di 346 persone altre nuvole coprono il cielo di Seattle.

Fusoliera del 777X

A settembre la fusoliera del nuovissimo 777X, la risposta statunitense all’Airbus A350 XWB, è stata sottoposta ad una serie di test per valutarne la resistenza. Durante un test “estremo” la fusoliera ha improvvisamente ceduto.

The fuselage of the 777X ground test airplane was split by a high-pressure rupture during a test on Sept. 5. With the wings bent upward and the interior at maximum pressure, the failure occurred just shy of the ultimate load required to certify the airplane.

Boeing ha cercato di mantenere uno stretto riserbo sulla vicenda ma il Seattle Times ha ottenuto una fotografia del danno, molto più esteso di quanto stimato all’inizio. Una grossa porzione di fusoliera si è spaccata poco dietro l’ala provocando anche il distacco di un portellone. L’aereo, data l’estensione del danno, non potrà volare e sarà conseguentemente radiato.

L’unica notizia positiva per Boeing è che il test è fallito solamente l’1% prima di raggiungere la soglia di sicurezza prevista (già di gran lunga superiore a quello che un aereo sopporta nella sua vita operativa). La FAA, molto probabilmente, non farà ripetere una seconda volta la prova di tenuta ma sarà necessario rinforzare la struttura nei punti in cui ha ceduto.

Il Programma 777X, costato più di cinque miliardi di dollari, ha già ordini per oltre 340 aerei. Il suo ingresso in servizio è previsto per il 2020. L’incidente di settembre non dovrebbe far slittare la timeline.

Ancora 737 Max…

Boeing non potrà condurre in autonomia l’approvazione finale dei 737 Max appena costruiti ma dovrà essere direttamente la Federal Aviation Administration a farlo. Prima la certificazione finale veniva effettuata da impiegati dell’azienda.

A seguito dei due incidenti che hanno coinvolto i 737 Max della Lion Air e dell’Ethiopian Airlines oltre alle palesi responsabilità della Boeing anche la FAA è stata oggetto di critiche per non essere stata in grado di rilevare le mancanze del sistema MACS.

Foto: Seattle Times


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *