Infuria la battaglia in Libia, distrutto un carico di armi turco a Misurata da un Mig-21 di Haftar


La situazione in Libia si è progressivamente scaldata dopo l’annuncio della sottoscrizione tra il Governo di Accordo Nazionale, guidato da Al Serraj, ed il governo di Ankara sulla questione della acque territoriali. Il memorandum consegnerebbe nelle mani della Turchia corposi giacimenti tra le isole di Creta e Cipro.

Haftar ha prontamente contrattaccato annunciando la ripresa dell’offensiva contro Tripoli e affermando l’intenzione di colpire il naviglio turco.

Rotta del Boeing 747 della Aerotranscargo

Un 747-412F (ER-BBJ) della compagnia aerea moldava Aerotranscargo era decollato dall’aeroporto internazionale di Istanbul alle 9:51 del 13 dicembre per atterrare all’aeroporto di Misurata poco più di due ore dopo.

Image

Haftar non deve aver preso bene l’arrivo del carico d’armi per l’esercito del Governo di Accordo Nazionale a avrebbe colpito l’aeroporto impiegando un Mig-21. Il Boeing 747 era già decollato alla volta di Ostend, Belgio quindi molto probabilmente ad essere stato colpito è stato il carico appena scaricato.

Non è la prima volta che un Boeing 747 della compagnia di cargo moldava atterra a Misurata. Dall’inizio di dicembre si contano almeno altri tre voli dalla Turchia con destinazione la città libica.

Image

Notare anche come, all’arrivo del Boeing in Libia, fosse decollato da Tripoli un drone di fabbricazione turca Bayraktar TB2. Poco dopo sono iniziate a circolare una immagine del drone schiantato a terra.

L’Ospedale italiano si trova poco distante dall’Aeroporto di Misurata.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet