Il primo satellite COSMO-SkyMed2 in orbita


Dopo un rinvio di 24 ore, a causa di un malfunzionamento nel software, è partito alle 09.54, ora italiana, dalla base spaziale europea di Kourou nella Guyana francese, il razzo-vettore russo Soyuz con a bordo il primo satellite COSMO-SkyMed di Seconda Generazione (CSG), dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e del Ministero della Difesa.

I segnali acquisiti dalla stazione di terra del Fucino hanno confermato che il satellite ha raggiunto la sua orbita polare eliosincrona posta a circa 620 chilometri di quota. Prima di essere dichiarato operativo, sarà sottoposto ai test previsti in orbita. Al termine di questa fase, COSMO-SkyMed SG diventerà il quinto satellite operativo della costellazione, il cui primo lancio è avvenuto nel giugno del 2007.

Immagine

Nuove funzionalità e migliori prestazioni

La nuova generazione COSMO-SkyMed presenta nuove funzionalità, migliori prestazioni e maggiore flessibilità di impiego. Questo è stato reso possibile dagli ingenti investimenti che l’Agenzia Spaziale Italiana ed il Ministero della Difesa hanno stanziato per il programma.

I satelliti COSMO-SkyMed di Seconda Generazione rappresentano lo stato dell’arte nel settore dei radar ad apertura sintetica (SAR), in grado di garantire alte prestazioni ed affidabilità uniche nel panorama internazionale. Caratteristiche peculiari sono il nuovo sistema di controllo d’assetto, la possibilità di acquisire i dati in quadrupla polarizzazione, il raddoppio dei moduli di trasmissione e ricezione. Queste innovazioni consentiranno di ottenere una maggiore capacità operativa, nuovi e più efficaci servizi ed applicazioni.

Vega C- per il prossimo lancio

Al primo COSMO-SkyMed di Seconda Generazione seguirà tra circa un anno il secondo satellite, che sarà immesso in orbita con il vettore VEGA C di cui Avio è capofila nel programma.

Il satellite COSMO-SkyMed di seconda generazione rappresenta un grande successo Italiano. Infatti, il sistema è realizzato da Thales Alenia Space Italia e Telespazio. Al programma partecipa Leonardo, con una quota significativa nonché tutta la filiera italiana di piccole e medie imprese attiva nel settore.

Foto ed immagini ASI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet