L’NCIS arresta un cittadino cinese entrato in una base militare in Florida


Un cittadino cinese è stato arrestato nella mattina del 26 dicembre 2019 per essere entrato, in modo illegale, all’interno della Naval Air Station di Key West, in Florida.

Lyuyou Liao , questo il nome dell’intruso, aveva con se una macchina fotografica e si apprestava a fotografare l’interno della base militare.

Lyuyou, secondo quanto dichiarato dalle autorità, avrebbe girato intorno al perimetro della base, ignorando i cartelli “U.S. Governament Property- No Trepassing” e “NASKW Warning Restricted Aerea”, scavalcando poi la recinzione. I testimoni affermano di aver intimato al cinese di non oltrepassare il perimetro. Lyuyou avrebbe quindi fotografato diversi edifici militari.

Dopo alcuni miuti è arrivato l’intervento della Military Police che ha fermato l’uomo sequestrandogli la macchina fotografica ed il telefonino. Il cittadino cinese si sarebbe giustificato asserendo che voleva fotografare il sorgere del sole. Lyuyou è stato quindi trattenuto fino all’arrivo di un agente speciale dell’NCIS.

Durante l’interrogatorio l’uomo cinese ha confermato di saper leggere e interpretare bene la lingua inglese malgrado non possedesse le medesime capacità nel parlato. Lyuyou ha quindi fornito agli agenti il codice del proprio cellulare ed ha acconsentito, in modo formale, all’agente speciale di poter visionare le foto. Concluso l’interrogatorio Lyuyou è stato trasferito presso la sede del Dipartimento di Polizia di Key West.

Sulla base degli eventi Lyuyou Liao è stato accusato di aver infranto il Titolo 18, Sezione 1382 dell’United States Code (Entering Military, Naval or Coast Guard Property).

Episodi precedenti

Un altro cittadino cinese, Zhao Qianli, di venti anni era stato arrestato il 26 settembre 2018 per gli stessi motivi (seguendo lo stesso percorso di Lyoyou Lilao). Zhao Qianli era stato sopreso a fotografare le antenne satellitari della base militare. Qianli era entrato negli Stati Uniti a seguito di uno scambio di studenti universitari. E’ stato condannato ad un anno di reclusione.

In primavera gli Stati Uniti aveva espulso due diplomatici cinesi accusati di essersi introdotti all’interno di una base militare in Virginia sede della Special Opertaions Unit. I due diplomatici avevano tentato la fuga venendo successivamente fermati.

A settembre le autorità statunitensi avevano tratto in arresto una guida turistica, di etnia cinese naturalizzato americano, con l’accusa di aver passato informazioni classificate ai servizi di informazione cinesi. La guida, che aveva seguito un corso di studi in fisica a meccanica, avrebbe ricevuto in cambio di alcune schede SD quasi 70.000 dollari. Rischia fino a 10 anni di prigione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *