La competizione finlandese per il nuovo caccia entra nel vivo


La prossima settimana inizierà ufficialmente la campagna valutativa attorno ai cinque candidati che si contenderanno il contratto da 10 miliardi di euro per la sostituzione degli F-18 della Suomen ilmavoimat.

I test si proterranno per diverse settimane, fino al 26 febbraio, e sonderanno le abilità dei caccia, in accordo con quanto dichiarato dall’industria, e della loro capacità di operare in un contesto molto particolare come quello finlandese caratterizzato da condizioni fredde e umide.

I cinque aerei attualmente in lizza sono il Boeing F-18E Super Hornet, il Rafale della Dassault Aviation, l’F-35 della Lochkeed Martin, l’Eurofighter Typhoon ed infine il Gripen E della Saab.

I voli si terranno dalla base aerea di Pirkkala estendendosi comunque a tutto il paese simulanto le attività richieste dall’aeronautica finlandese. Ci sarà spazio anche per combattimenti aerei simulati contro gli F/A-18 attualmente in dotazione e agli addestratori inglesi Hawk.

La campagnia di prove si articola in cinque macro-categorie: counter-air, counter-sea, bombardamento a lungo raggio e intelligence, sorveglienza, ricognizione e acquisizione bersagli.

Le condizioni climatiche del paese rappresentano un vero e proprio campo di battaglia per i sensori elettro-ottici, attivi e passivi degli aerei.

L’Eurofighter sarà il primo a decollare tra il 9 ed il 17 gennaio seguito poi dal Rafale (20-28 gennaio), il Gripen E (29 gennaio-6 febbraio), l’F-35 (7-17 febbraio) ed infine l’F-18 (18-26 febbraio).

Il Colonnello Juha-Pekka Keränen, direttore del programma H-X per la sostituzione degli F-18, ha effermato che l’intenzione della campagnia di prova non è stilare una classifica con un vincitore ma essere certi che le performance promesse dalle aziende siano veritiere nel contesto finlandese.

Si tratta di una dimostrazione interessante che sarà, molto probabilmente, seguita con interesse in tutto il mondo.

Per saperne di più: https://www.aresdifesa.it/2019/10/11/la-finlandia-mette-un-tetto-al-programma-dei-nuovi-caccia/

Foto articolo: U.S. Air Force Maj. Kevin Welch, an F-15C instructor pilot from 173rd Fighter Wing, prepares to fly in the back seat of a Finnish F-18 Hornet, May 16, 2016, during a joint training exercise between the Finnish air force and the Oregon Air National Guard’s 173rd Fighter Wing. The exercise fell under Operation Atlantic Resolve but differed from a normal theater security package because it was purely a training opportunity with a partner country. (U.S. Air National Guard photo by Tech. Sgt. Jefferson Thompson/released)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *