Il Singapore Airshow 2020 condizionato dal coronavirus


Il Singapore Airshow, il più grande raduno biennale di operatori dell’industria aerospaziale e della difesa in Asia, nonostante il coronavirus procederà come previsto, ma un’importante riunione di oltre trecento funzionari internazionali dell’aviazione è stata annullata. Si tratta del Singapore Airshow Aviation Leadership Summit, originariamente previsto per il 10 febbraio che doveva coinvolgere 300 importanti addetti del settore aeronautico tra cui funzionari governativi, autorità dell’aviazione civile, operatori aeroportuali e dirigenti di compagnie aeree.

Risultato immagini per singapore airshow"

Addirittura, c’è stato il serio pericolo che l’intera manifestazione fosse annullata per le crescenti preoccupazioni legate alla diffusione del coronavirus apparso in Cina e che ha messo in allarme il Mondo intero.

Ovviamente, vista la situazione, l’organizzazione è stata chiamata ad aumentare le precauzioni con una migliore pulizia e gestione dei rifiuti e lo screening della temperatura. Inoltre, ai partecipanti saranno forniti dispositivi per disinfettare le mani e vi sarà un team di medici pronto ad intervenire in caso di necessità.

L’evento è previsto dall’11 al 16 febbraio; peraltro, oltre la cancellazione della predetta importante riunione del settore aeronautico, all’organizzazione sarebbero pervenute diverse rinunce a partecipare all’importante manifestazione. Infatti, almeno 16 espositori hanno dichiarato di voler rinunciare, tra cui 10 società cinesi e sei società provenienti dagli Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna e Germania.

Peraltro, la passata settimana Singapore ha alzato le barriere, negando l’ingresso a tutti i visitatori cinesi nonché agli stranieri recatisi di recente in Cina.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *