E’ iniziata la produzione del EITAN 8X8 in Israele



La Israel Defense Forces Administration (IDC) ha annunciato domenica l’inizio della produzione in serie del primo veicolo blindato Eitan 8×8. Si prevede che il nuovo mezzo entrerà in servizio entro la fine del 2021.

L‘Eitan è un veicolo da trasporto e combattimento blindato ruotato 8×8 dotato di blindatura modulare in grado di trasportare 12 uomini compresi il pilota, il capocarro e l’operatore della RWS. È stato sviluppato e costruito seguendo le lezioni apprese all’esito delle operazioni nella Striscia di Gaza (Operation Protective Edge del 2014) in sostituzione del veterano mezzo di trasporto M113, largamente impiegato nella fila dell’IDF da più di cinquanta anni. Il peso del veicolo si aggira tra le 30 e le 35 tonnellate. Sono previste diverse versioni, oltre quella da trasporto, tra cui una armata con una torretta unmanned armata con una mitragliera da 30mm, E’ possibile installare i missili Spike impiegabili anche contro bersagli diversi dai carri armati. Nella versione APC è armato con una mitragliatrice calibro 12,7mm installata su una Remote Weapon Station. Lo scafo è progettato per resistere ad esplosioni di mine e IED ed il piano di calpestio è rialzato appositamente; l’altezza del veicolo è ovviamente proporzionale. L’Eitan adotta pneumatici dotati di sistema run-flat progettato per resistere agli effetti dello sgonfiaggio in caso di foratura. Nel caso di foratura tale sistema consente al mezzo di marciare a velocità ridotta, non più di cinquanta km/h, per circa quindici -venti chilometri.

Immagine

L’Eitan, sviluppato dalla Chariot and Chief Engineer Administration, ha un motore che sprigiona una potenza di 750 hp, raggiunge su strada una velocità di circa 90 km/h, Il mezzo è dotato di un’elevata manovrabilità nelle aree urbane ed è progettato per operare per diversi giorni di combattimento. Gli ingegneri dell’unità di sviluppo degli ingegneri (CTP), che hanno sviluppato l’Eitan, hanno implementato sistemi tecnologici all’avanguardia tra cui oltre 10 telecamere diurne e notturne, 34 tra computer (5 monitor touch) e processori che funzionano come un “sistema di sistema” che consente il funzionamento letale dello strumento. Inoltre, molte altre tecnologie che sono state sviluppate in collaborazione con le industrie della difesa israeliana, gli uffici tecnici delle forze terrestri dell’IDF ed il MapAF presso il Ministero della Difesa, sono state integrate nella torretta priva di equipaggio.

Immagine

Inoltre, l’Eitan sarà dotato del sistema avanzato di difesa attiva APSIron Fist Light Decoupled (IFLD)” messo a punto da IMI. Peraltro, saranno installati vari sistemi di ausilio al combattimento, che costituiranno un moltiplicatore di potenza aggiuntivo alle capacità di manovra del nuovo potente mezzo blindato.

Immagine

Lo sviluppo e la produzione del veicolo Eitan sono guidati da Chariot e Chief of Staff Administration presso il Ministero della Difesa (DCO), in collaborazione con la delegazione statunitense per gli appalti negli Stati Uniti e l’Amministrazione degli acquisti (CEO). Ogni veicolo richiede per la costruzione oltre 20 tonnellate di acciaio, circa 30 km di filo per saldatura, 6 km di cavi di alimentazione e trasmissione e circa 70 litri di vernice. Tutti gli Eitan saranno assemblati presso il MIA (Centro di supporto e manutenzione) nella Divisione Tecnologia e Logistica dell’IDF.

Fonte e foto Ministero della Difesa d’Israele


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *