In Olanda firmato il contratto per la costruzione della CSS HNLMS Den Helder


La Defence Materiel Organisation (DMO) olandese ha sottoscritto con il Damen Shipyards Group il contratto per la costruzione della nave di supporto per il combattimento CSS (Combat Support Ship) HNLMS Den Helder.

damen one of 100 dutch companies contributing to combat support ship 2

Il contratto per il Ministero della Difesa di Amsterdam è stato firmato dal Vice Ammiraglio Arie Jan de Waard, Direttore del DMO, e da Arnout Damen, il nuovo CEO di Damen Shipyards Group.

Il principale appaltatore del programma di costruzione navale è Damen Shipyards e sovrintenderà allo sviluppo del progetto insieme al DMO. Più di 100 aziende locali parteciperanno alla costruzione della nuova unità.

Con l’immissione in servizio dell’HNLMS ‎Den Helder‎, la capacità di approvvigionamento e rifornimento in alto mare della Royal Netherlands Navy sarà totalmente ripristinata, essendo venuta meno parzialmente con l’avvenuta cessione della A836 HNLMS Amsterdam alla Marina del Perù dove è operativa come ARL-158 BAP Tacna. La Den Helder opererà a fianco della ‎Joint Support Ship‎‎ HNLMS ‎‎Karel Doorman‎‎. Questa nave costituisce anche la base per la progettazione della nuova nave di supporto al combattimento. La nuova nave potrà essere impiegata a livello planetario, potendo operare anche in scenari di crisi, protetta dalle fregate della Marina. Inoltre, la Den Helder potrà essere impiegata nella lotta contro il traffico di droga (attività svolta principalmente nell’area caraibica), nel controllo dei flussi di rifugiati e nella fornitura di aiuti di emergenza.‎

‎Per il design della Den Helder è stato utilizzato quanto previsto per la Damen LSV 19000 e, come detto sopra, buona parte deriva dal design JSS Karel Doorman. La Den Helder avrà la stessa capacità come petroliera di squadra della Doorman, avendo capacità di carico di 7700 m2 di carburante diesel e 1000 m2 di carburante per aeromobili. Sono previste 2 postazioni di rifornimento per poter supportare due navi in contemporanea e 2 gru sul ponte. Inoltre, saranno imbarcati 2 RHIB e opzionalmente potrà trasportare 2 battelli FRISC per le operazioni di intercettazione di natanti sospetti.

‎Sul ponte c’è spazio per circa 20 container da 20x 20ft, un ponte di volo ed un hangar dimensionato per accogliere due elicotteri classe NH-90 per le operazioni di volo.

‎La CSS, lunga quasi 200 metri, avrà un equipaggio di base di 75 persone e potrà anche portare a bordo 75 persone in più. Il progetto ha preso in considerazione esplicitamente il consumo di carburante e le emissioni di gas di scarico. Si prevede che la combinazione di motori diesel con la forma dello scafo adottata ed il design dell’elica ridurrà il consumo di carburante di circa il 6 % rispetto a HNLMS ‎Karel Doorman.‎ ‎

damen one of 100 dutch companies contributing to combat support ship logos

‎Il contratto prevede che la costruzione della HNLMS ‎‎Den Helder avvenga interamente nei Paesi Bassi‎‎. Infatti, il DMO desidera conservare le conoscenze, le competenze di progettazione e di costruzione navale nei Paesi Bassi. Pertanto, al progetto ed alla costruzione della LSS contribuiranno circa 100 imprese olandesi. Conseguentemente, da parte olandese è stato invocato l’articolo 346 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea che dispone la possibilità per gli Stati membri di tutelare gli interessi essenziali in materia di sicurezza. Ciò riguarda anche la produzione di materiali di difesa.‎

‎Il completamento della nave è previsto per il secondo trimestre del 2024. Un anno dopo, nel secondo trimestre del 2025, la nave di supporto al combattimento HNLMS ‎‎Den Helder sarà dichiarata operativa. La spesa totale prevista per questo progetto è di 375 milioni di euro.‎

Immagini Damen Shipyards Group


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet