Fallisce il primo lancio del Lunga Marcia 7A


Il primo lancio del lanciatore spaziale Lunga Marcia 7A, che avrebbe dovuto portare in orbita un satellite top secret di Pechino, è fallito.

Il carico infatti ha non raggiunto l’altitudine necessaria per essere posizionato in orbita geosincrona.

Il lanciatore è decollato dal Complesso di Lancio di Wenchang alle 13:34 UTC e la notizia del fallimento è arrivata dall’Agenzia di Stampa Xinhua due ore dopo.

La causa non è ancora stata resa di pubblico dominio.

Sul satellite che avrebbe dovuto portare in orbita c’è incertezza. Secondo quanto riferito dalla CASC (China Aerospace Science and Technology Corporation) il nome ufficiale del satellite era “Xinjishu Yanzheng-6 “. Quello che è certo è che i cinesi hanno tentato di nascondere il più possibile il lancio. Nessuna comunicazione è giunta ai media nemmeno nell’imminenza del lancio e le operazioni di preparazione presso il Complesso di Lancio si sono tenute nel più stretto riserbo. Non è nemmeno stato emesso alcun NOTAM per il traffico aereo. In base ai pochi dati forniti secondo alcune fonti potrebbe trattarsi di un satellite per telecomunicazioni.

Image
Foto di @Smit_Gaski

Il satellite era arrivato il 4 febbraio all’aeroporto di Haikou trasportato da un Antonov An-124-100 Ruslan.

Lunga Marcia 7A

Il Lunga Marcia 7A è una versione derivata dal Lunga Marcia 7 (CZ-7) dal quale differisce per l’aggiunta di un terzo stadio propulso da due motori criogenici YF-75 alimentati da idrogeno e ossigeno liquido ereditati dal secondo stadio del Lunga Marcia 3B.

Malgrado i problemi legati al Covid-19 la Cina non ha rallentato il suo programma spaziale tanto che nel 2020 si stima effettuerà più di 40 lanci.

Video

Lancio

Problema tecnico – probabile anomalia al secondo stadio


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet