Nuovo lancio del missile antinave Neptune


L’azienda ucraina a controllo statale Ukroboronprom ha eseguito il secondo test del sistema missilistico antinave Neptune.

Il test, che ha avuto luogo il 2 aprile presso il poligono di Alibey nel Mar Nero, si è concluso con successo.

Il Neptune impiega l’ultima versione del missile da crociera P-360, evoluzione del sovietico Kh-35.

Neptune cruise missile 02.jpg

Il P-360 pesa complessivamente 870 kg di cui 150 kg di testa di guerra ed ha una gittata massima di 300 km. Secondo i media ucraini la velocità del missile sarebbe di 900 km/h e una altitudine compresa tra i 3 ai 10 metri. E’ possibile operare fino a sei lanciatori con quattro missili cadauno e spararli ad una cadenza minima di 3 secondi. Il sistema può essere posizionato fino a 25 km dalla costa e richiede fino a 15 minuti di tempo per essere operativo. Il missile è progettato per distruggere navi nemiche fino a 5.000 tonnellate ma può essere impiegato anche contro bersagli terrestri.

A seguito della decisione di Stati Uniti e Russia di ritirarsi del trattato INF l’Ucraina intende sviluppare un missile da crociera a medio raggio impiegando una versione a lungo raggio del Neptune.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet