Nuovi veicoli speciali ed ambulanze protette per la Bundeswehr


Sono stati consegnati con cerimonia informale, a causa della pandemia di covid19 in corso, al  Ufficio federale per le attrezzature, l’informatica e l’uso della Bundeswehr (BAAINBw) sette nuovi veicoli blindati Fuchs KAI per il rilevamento e l’identificazione di ordigni. La caratteristica più evidente del Fuchs KAI è il braccio multifunzione estensibile, che è dotato di sensori ad alte prestazioni, strumenti speciali e sistemi di telecamere.

Il rilevamento di aree sospette, dove si temono, ad esempio, trappole esplosive, può essere effettuato a distanza e, comunque, con precisione millimetrica. Ciò aumenta significativamente la protezione del personale operativo. Questa attività è possibile anche in luoghi difficili da controllare, come sotto i ponti o nei canali.

Questo braccio multifunzionale può anche essere usato per salvare le persone da un’area pericolosa, ad esempio un campo minato.

Le caratteristiche principali dei Fuchs KAI sono l’equipaggio di quattro uomini, il peso in combattimento di 23,6 tonnellate ed un motore da 320 cv che consente di raggiungere la velocità massima di 80 km/h.

Il braccio estensibile ha una portata di 400 kg; è munito di 2 teste panoramiche e inclinazione con telecamera per luce diurna, dispositivo per imaging termico e telemetro laser; la parte terminale può essere dotato di cannone ad acqua e ad aria ad alta pressione, nonché di ulteriori sistemi per l’osservazione.

Autoambulanze protette per la Bundeswehr e la Marina

La Bundeswehr sta ottenendo più veicoli destinati allo sgombro e trasporto feriti. Il contratto per la produzione e la consegna di 80 autoambulanze protette di medie dimensioni è stato recentemente firmato presso l’Ufficio federale delle attrezzature, dell’informatica e dell’uso della Bundeswehr. Il veicolo basato su Eagle 6×6 sarà impiegato dal servizio sanitario della Bundeswehr e della Marina.

Il veicolo su ruote a trazione integrale protetto sarà impiegato principalmente per le cure mediche di pronto soccorso mobili. Sia sul posto che tra diverse strutture di trattamento, l’Eagle  sarà utilizzato come veicolo di collegamento nel cosiddetto trasporto dei feriti. I veicoli dovrebbero essere consegnati ai reparti a partire dal 2021.

l nuovo veicolo integra i veicoli medici protetti leggeri e pesanti Eagle IV BAT (team medico mobile) ed il veicolo di trasporto corazzato GTK Boxer. In futuro, consentirà un nuovo livello di assistenza medica a terra soddisfacendo tutti i requisiti attuali: protezione, mobilità, funzionalità sanitaria e capacità di trasporto – con un peso lordo massimo di 20 tonnellate.

Nell’ambulanza possono essere trasportate fino a due persone distese di qualsiasi grado di gravità medica. L’interno offre al personale specializzato spazio sufficiente per la sorveglianza medica di emergenza ed il mantenimento di funzioni vitali. Il veicolo è gestito da personale addestrato dal punto di vista sanitario. Mentre solo due paramedici di emergenza si occupano dei feriti nella variante di schieramento “squadra di soccorso”, un medico di emergenza è a bordo nella variante di “squadra medica mobile.

L’ambulanza protegge ed estende la capacità di supporto medico a terra nella Bundeswehr. L’Eagle rappresenta lo stato dell’arte nel supporto medico e cura del paziente in modo sicuro. Gli occupanti possono anche contare sulla migliore protezione possibile. La blindatura protegge da mine e trappole esplosive improvvisate, il cosiddetto dispositivo esplosivo improvvisato o IED.

Durante la pianificazione, l’attenzione è stata rivolta alla mobilità operativa e tattica molto elevata. Allo stesso tempo, le persone da trattare devono essere trasportate molto delicatamente. Questa è una sfida particolare, soprattutto quando si guida fuoristrada. Ciò è reso possibile da uno speciale design del telaio con un telaio esteso con un terzo asse.

Fonte Bundesamtes für Ausrüstung, Informationstechnik und Nutzung der Bundeswehr (BAAINBw)

Immagini Bundeswehr/Gerd Benndorf (Fuchs KAI) e Kai Weber/GDELS-BS (Eagle 6×6)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet