Il Giappone apre la sua unità spaziale


Tokio ha annunciato la costituzione di unità di difesa spaziale specializzata nella protezione da minacce derivati da missili e satelliti.

L’unità inizierà i propri lavori in aprile all’interno dell’Aeronautica ed è parte dello sforzo richiesto da Abe al parlamento di quasi 460 milioni di dollari per lo sviluppo di progetto riferiti al dominio spaziale.

La neonata unità lavorerà a stretto contatto con l‘U.S. Space Command e con la Japan Aerospace Exploration Agency.

Il Giappone teme infatti che la crescente pericolosità di Cina e Russia possa interferire se non disabilitare o distruggere i satelliti nipponici.

Inizialmente sarà composta da 20 membri fino a raggiungere alla piena operatività impiegando fino a 100 persone nel 2023.

La base operativa sarà stabilita presso la base aerea di Fuchu, in periferia di Tokyo.

E’ importante che acquisiamo superiorità anche del dominio spaziale. Dobbiamo adattarci al nuovo contesto di sicurezza il più presto possibile.

Taro Kono, Ministro della Difesa

Il suo ruolo, oltre a monitorare i satelliti nazionali, sarà quello di fornire assistenza alle truppe a terra tramite servizi di navigazione e comunicazione.

Fotografie: Kyodo News via AP


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *