La Fanteria di Marina Cinese


I “Marines” Cinesi non sono un ramo separato dell’Esercito Cinese ma una forza di Fanteria assegnata alla Marina (PLAN) come i Paracadutisti sono assegnati alla PLAAF (People’s Liberation Army – Air Force)[1].

Storia

Dal 1949 il PLA (People’s Liberation Army) era una forza prettamente terrestre con una componente navale “brown water” considerata inadeguata, anche per lanciare un assalto a Taiwan. Nel 1980 la PLAN (People’s Liberation Armies – Navy) crea una propria Brigata di Fanteria di Marina per la flotta dei Mari del Sud equipaggiata con carri armati leggeri anfibi Type 63.

Nel 1997 forma una seconda Brigata, e nello stesso anno inizia la modernizzazione a lungo termine per tutte le forze del PLA ed in particolare a riflettere sull’uso della forza anfibia del PLANMC, cambiamento derivante dai miglioramenti delle capacità, dal crescente peso internazionale della Cina e dai recenti interessi all’estero. Il piano a lungo termine, voluto dal Presidente Xi Jinping, ha perseguito una profonda ristrutturazione delle Forze Armate del Paese per trasformare il PLA da un modello di quantità a uno di qualità ed efficienza.  Di questo processo ne ha beneficiato anche la forza anfibia di marina che è cresciuta e si è ampliata, non solo dal punto di vista numerico, da 2 a 6 Brigate[2], 1 Brigata Forze Speciali ed 1 Brigata Elicotteri, ma anche dal punto di vista prettamente “expeditionary”, grazie all’adozione di nuovi equipaggiamenti e veicoli altamente specializzati quali quelli della famiglia ZBD-05. Ma le reali ambizioni sono quelle di passare da una forza attuale di circa 40.000 ad una forza di 100.000 uomini.

La priorità data alla modernizzazione dei sistemi d’arma del PLA da realizzare entro il 2035 mira a creare la capacità di identificare e attaccare bersagli a crescenti distanze dalle coste cinesi, per sviluppare forze di contro-intervento,

Caratteristiche di impiego

Il PLAN Marine Corps (PLANMC) costituisce insieme alla Difesa Costiera il braccio di combattimento terrestre della Marina Cinese.

La sua missione principale è quella di condurre attività anfibia offensiva e/o difensiva nel Mar Cinese Meridionale, anti-accesso e controllo d’area (A2/AD) a prevenire operazioni di avversari in una zona esclusiva che dovrebbe già includere il Mar Giallo, il Mar Cinese Orientale e quello Meridionale (“prima catena di isole”), nella prospettiva di estendersi negli anni successivi più addentro al Pacifico sino ad includere il Mare delle Filippine fino alla “seconda catena di isole” (dalle isole giapponesi Ogasawara alle Marianne). Il PLANMC ha il compito di impadronirsi, ampliare e consolidare le teste di sbarco, distruggendo una forza opposta sulla spiaggia e nelle aree adiacenti, organizzare delle aree di sbarco sicure a supporto degli sbarchi successivi del PLA – Esercito. Altre missioni includono incursioni anfibie; conquistare ed occupare basi navali, porti marittimi e isole nemiche; coprire le retrovie del PLA mentre quest’ultimo avanza verso l’interno della costa.

Dal punto di vista dottrinale, tali Brigate sono pensate per essere una minaccia persistente locale nello Stretto di Taiwan e nel Mar Cinese  Meridionale, dove  sono  localizzate le isole  artificiali della Cina che formano un’autostrada marittima essenziale per gli obiettivi egemonici di Pechino. Fanno parte delle Forze di Reazione Rapido e sono anche considerate come delle forze che implementano il piano di espansione cinese all’Estero e fuori dall’Asia come il complesso di Gwadar, in Pakistan, e la base a Gibuti per la protezione del Mar Rosso.

Nonostante tutti gli sforzi sin qui attuati, secondo alcuni analisti, il PLANMC soffrirebbe di capacità limitate nel CAS, nell’assalto aereo e nella logistica a sostegno di operazioni anfibie su larga scala.

Formazione ed Addestramento

Benché in Cina il servizio militare è obbligatorio dal 1949, la coscrizione non è stata mai implementata in quanto le FF.AA. sono in grado di reclutare volontariamente un numero sufficiente di giovani tra i 18 ei 22, per cui in Cina si è adottato un nuovo termine, la “coscrizione volontaria” con un obbligo di servizio di 24 mesi. La coscrizione volontaria è aperta anche alle donne. Poiché la Marine Corps Academy di Guangzhou (Guangdong), a seguito della ristrutturazione degli enti di formazione, è stata convertita in una base di addestramento “Marine Landing Training School” e non fornisce più istruzione universitaria al personale del Corpo dei Marines, gli ufficiali ed i sottufficiali sono istruiti in altre accademie.

La formazione parte dalle scuole di qualsiasi genere e classe e comprendono periodi di addestramento militare di base. Per poi accedere all’università:  “ogni studente universitario cinese è tenuto a completare il junxun, cioè un addestramento militare a tutti gli effetti che può durare dalle due settimane a un mese”.

Gli ufficiali sono selezionati tra i giovani laureati e sono “orientati” ad uno dei cinque percorsi di carriera per quelli che sono chiamati “funzionari in servizio attivo”: militare (operativo), politico, logistico, equipaggiamento e tecnico speciale.

I sottufficiali, per accedere all’iter formativo, devono essere in possesso un diploma tecnico o laurea breve, e hanno quattro percorsi: militare (operativo), logistico, equipaggiamento e tecnico. Firmano per un contratto di 4 anni con la possibilità di estenderlo, dietro parere favorevole di una commissione valutativa, ogni quattro anni, sino ad un massimo di 20 anni complessivi di servizio.

La truppa è selezionata tra giovani tra i 18 ei 22 anni, in possesso di licenza liceale, firmano per un contratto di 2 anni con la possibilità di rinnovarlo, dietro parere favorevole dei diretti comandanti, ogni due anni sino ad un massimo di 10 anni complessivi di servizio.

Ufficiali, sottufficiali e truppa seguono un iter di formazione specializzato presso la base di addestramento, rispettivamente della durata di 12, 9, 6 mesi inclusivi di un periodo di 3 mesi di “prova” con training on the job nella loro nuova unità.

Organizzazione e Mezzi

Della Brigata Forze Speciali[3], “Dragon Commando”, si conosce poco; il loro compito è di condurre ricognizioni ed azioni dirette al fine di supportare le operazioni anfibie, sono chiamate “trifibie” perché hanno la possibilità di essere inserite via terra, via mare o via aerea. La Brigata si compone di un comando, 3 battaglioni da ricognizione anfibia (con team misti che includono Tactical Air Control Party, Joint Terminal Attack Controller, Naval and Artillery Fire Controller), 1 o 2 battaglioni azione diretta (Underwater Demolition Teams – UDT, Landing Force Preparation Beaches, ecc), 1 battaglione mezzi speciali[4], 1 battaglione armi pesanti/speciali, 1 battaglione UAV, 1 battaglione intelligence.

La Brigata Elicotteri, è un lascito della trasformazione di unità provenienti dalla PLAAF e quindi composta da 6-8 gruppi di volo ciascuno con 12 elicotteri: 1 gruppo ricognizione ed attacco leggero su  Z-11WB, 2 gruppi elicotteri d’attacco Harbin Z-10, 2 gruppi elicotteri trasporto leggero su Harbin Z-9 (10 pax), 1 gruppo elicotteri trasporto medio su Changhe Z-18 (27 pax).

Le Brigate Fanteria di Marina, si stimano essere tre meccanizzate con il compito di impadronirsi, ampliare e consolidare le teste di sbarco e tre blindate con il compito di coprire le retrovie del PLA mentre avanza verso l’interno dalla costa. Sono formate da circa 6000 uomini suddivisi in 13 – 14 battaglioni

Nei ruoli di difesa aerea il PLANMC potrebbe utilizzare i lanciatori cingolati SAM HQ-17, una variante cinese modificata del SAM russo a corto raggio TOR, impiegante un radar per guidare missili contro aerei, droni e missili ostili sino ad una distanza di 7 miglia.

Elemento cardine è il battaglione di armi combinato costituito da un comando, una compagnia di 13 Fire Support Vehicle, più tre compagnie di fanteria, ciascuna con 13 Infantry Combat Vehicle e compagnia mortai su 9 Mortar Carrier. Le risorse di supporto sono costituite da una batteria su 6 Self Propelled Howitzer da 122 mm, una su 6 Self Propelled Air Defense System ed una anticarro su 6 mezzi.

La compagnia è composta da un plotone comando, 3 plotoni su 4 squadre ciascuno, il plotone è su 4 squadre: una comando e tre di fanteria.

Armamento

  • QSZ-92 Pistola semiautomatica cal. 5.8×21mm caricatore 20 clp
  • QBZ-95 Bullpop Light Rifle cal. 5.8×42mm / DBP87 caricatore da 30clp o drum da 50 clp
  • QBU-88 Bullpup Sniper Rifle cal. 5.8×42mm / DBP87 caricatore da 10 clp, 3-9x variable zoom
  • QLG-91B Under barrel grenade launcer cal 35x32mm SR
  • QJB-95 Light Machine Gun cal. 5.8×42mm / DBP87 caricatore circolare da 30clp o drum da 50 clp
  • QJY-88, Light Machine Gun cal. 5.8×42mm / DBP87 box da 100 o 200 clp o nastro
  • Type 80, General Purpose 7.62×54mmR nastro in box da 100, 200 clp
  • QJZ-89, Heavy Machine Gun cal. 12,7×108 mm nastro
  • QLU-11 Automatic Grenade Launcher cal. 35x32mm SR
  • Fhj-84 (Type 84) 62 mm  twin-barreled 62 mm incendiary rocket launcher
  • PF-89 Individual Anti-tank Rocket Launcher 80 mm High-explosive, “A” multipurpose incendiary, “B” High-explosive tandem-charge, “W -1” Thermometric, “W-2” Thermometric tandem-charge
  • HJ-12 Fire-and-forget man portable anti tank missile (Red Arrow 12 )
  • HJ-8E anti-tank guided missiles
  • FN-6 MANPADS, 3a generazione infrarosso passivo
  • Lanciafiamme Type 74 in via di sostituzione con il Type 02C

Dotazioni speciali:

  • QCW-05 Submachine gun 5.8×21mm DAP92 caricatore da 50 clp
  • QBS-06 Underwater Assault Rifle
  • QBU-10 Sniper / anti-materiel Rifle  12,7x108mm

Assetti anfibi

La forza navale anfibia della Cina è lentamente cresciuta da quando è iniziato un programma di modernizzazione nei primi anni duemila. Gli assetti navali per le operazioni anfibie, di varie tipologie, classi e dimensioni, di maggior rilievo sono:

– 1 Landing Helicopter Dock (LHD) Type 075 classe Yushen. Dislocamento a pieno carico 40.000 tonnellate; fino a 30 tra elicotteri da trasporto e da combattimento; capacità di trasporto: 1.200 uomini, 6/8 Hovercraft LCAC Type 726A nel bacino allagabile

– 6 Landing Platform Dock (LPD) Type 071 classe Yuzhao. Dislocamento a pieno carico 20.000 tonnellate; capacità trasporto: 900 uomini, 4 elicotteri tipo Z-8 e 4 hovercraft Yuyi (LCAC) nel bacino allagabile, o 4 elicotteri tipo Z-8 e 18 veicoli da combattimento tipo ZBD-05 nel bacino allagabile.

– 29 Landing Ship Tanks (LST)[5] Type 072 classe Yuting. Dislocamento a pieno carico 4800 tonnellate; capacità trasporto: 250 uomini, 10 veicoli da combattimento tipo ZBD-05 o 500 tonnellate.

– 30 Landing Ship Medium (LSM) Type 079II classe Yulian. Dislocamento a pieno carico 833 tonnellate;
capacità trasporto: 200 tonnellate, o 5 ZBD-05 o 8 autocarri.

– 10 Landing Ship Medium (LSM) Type 074 classe Yuhai. Dislocamento a pieno carico 800 tonnellate;
capacità trasporto: 200 tonnellate, o 5 ZBD-05 o 8 autocarri (in via di sostituzione).

– Landing Craft Air-Cushion LCAC:

  • 30 Type 724 LCAC  classe Jingsah II: 10 uomini
  • ? Type 722 II LCAC classe Jinsha II fino a 20 tonnellate o 140 uomini
  • 6 Type 726 LCAC   classe Yuyi fino a 60 tonnellate, opera da LST Type 071
  • 12 Type 726A LCAC classe Yuyi II fino a 60 tonnellate, opera da LST Type 071 e da LHD Type 075
  • 4 Zubr LCAC classe Pomornik fino a 150 tonnellate di carico, 3 MBT o 8 IFV o 360 uomini o 140 uomini e 130 t. di carico

In costruzione o in via di acquisizione:

– 1 + 1 Landing Helicopter Dock (LHD) Type 075 classe Yushen

– 2 Landing Platform Dock (LPD) Type 071 classe Yuzhao

– ? Landing Helicopter Dock (LHD) Type 081, gli analisti indicano che la PLAN avrebbe la necessità di acquisire fino a sei LHD.

– 36 Type 726A LCAC

Note:

[1] Non è molto semplice trovare informazioni da open source ed una delle poche risorse utili sul PLANMC proviene dal Centro internazionale di valutazione e strategia. Un rapporto preparato da Richard D. Fisher Jr. nel 2012 intitolato China Gathering Amphibious e Airborne Expeditionary Capabilities.

[2] A dicembre 2017, i media della RPC hanno riferito che 36.000 marines stavano prestando servizio nelle sue tre flotte(North Sea Fleet, East Sea Fleet, South Sea Fleet), con ciascuna flotta al comando di due brigate. Tra queste sei brigate, due erano le brigate PLAMC originali (la 1a e la 164a Brigata), una era dell’esercito e tre erano delle forze di difesa costiere. (https://asiatimes.com/2018/05/chinas-amphibious-ambitions-emerge-in-south-china-sea/)

[3] https://jamestown.org/program/pla-special-operations-forces-command-training-and-future-direction/

[4]http://www.hisutton.com/Chinese%20Naval%20Special%20Forces%20projects%20and%20capabilities.html

[5] 15 classe Type 072A, 4 classe Yuting-II10 classe Yuting-III


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *