La difesa aerea del BeNeLux


Il 14 maggio, la Composante Air de l’Armée Belge ha assunto il ruolo di capo missione del servizio Quick Reaction Alert (QRA) dall’Aeronautica dei Paesi Bassi. Dal 1 ° gennaio 2017, Belgio e Paesi Bassi hanno alternativamente monitorato lo spazio aereo di Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo. La Koninklijke Luchtmacht  è stata responsabile di questo incarico dal gennaio 2020.

AIRPOWER16 - Air to Air F-16AM Fighting Falcon (28776370294).jpg

Uno dei compiti dell’Aeronautica militare belga è di rispondere adeguatamente alle violazioni dello spazio aereo congiunto di Paesi Bassi, Belgio e Lussemburgo. A tal fine, due F-16 sono pronti a partire da una delle quattro basi di F-16 in entrambi i Paesi ventiquattro ore al giorno, sette giorni alla settimana. Dal 14 maggio, gli aerei impegnati sono quelli stanziati sulla base aerea di Florennens. La missione è eseguita per monitorare la sicurezza aerea e prevenire intrusioni indesiderate nello spazio aereo. 

FWIT 2017 FA-118 (49816403856).jpg

Control and Reporting Center (CRC)

Il controllo dello spazio aereo mediante sistemi radar rimane, tuttavia, una responsabilità autonoma di entrambe le nazioni. In Belgio questo compito è svolto dal Control and Reporting Center (CRC). Attualmente, il CRC si trova ancora a Glons, ma presto si trasferirà in un centro ultramoderno a Beauvechain. Questo centro di sorveglianza aerea è responsabile del settore belga-lussemburghese dello spazio aereo della NATO. Un centro simile nel Nieuw-Milligen vicino Apeldoorn sorveglia il settore olandese. Gli F-16 in servizio QRA dispongono di un’area di intervento che copre l’intera area di responsabilità di BeNeLux. 

Foto Belgian Air Force

Scramble!

A seconda di dove si verifica la violazione dello spazio aereo, uno dei due centri invierà i QR-F-16 in aria per conoscere le intenzioni dell’aereo civile o militare indesiderato. I piloti possono decollare in pochi minuti (scramble) ed eseguire l’intercettazione. I caccia intercettori sono guidati dai centri radar sull’aereo sospetto. I dispositivi QRA possono superare la barriera del suono per eseguire questo ordine. 

Foto Belgian Air Force

Nel 2018, un F-16 belga della base aerea di Florennes ha intercettato un bombardiere nucleare supersonico russo senza un piano di volo noto sopra il Mare del Nord a nord delle Isole Wadden. Il controllo dell’aeromobile belga è stato effettuato dal centro di controllo aereo olandese di Nieuw-Milligen.

Fonte Ministero della Difesa Belga


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet