Nuove fregate per le Marine Olandese e Belga


La Reale Marina dei Paesi Bassi sostituirà le due attuali fregate M classe Karel Doorman. Al contempo, la Reale Marina del Belgio ha la medesima necessità di pensionare le due analoghe fregate classe M in servizio. Infatti, le quattro fregate classe M sono giunte alla fine della vita operativa. 

La missione principale delle nuove fregate sarà la lotta antisom, con la suite di scoperta di bordo, con i lanciasiluri per ordigni leggeri che saranno impiegati anche dal NH-90 NFH imbarcato.

L'impressione del concept artist sostituisce l'articolo fregata M.

Armamento

Oltre la guerra antisommergibile, le nuove fregate dovranno assicurare la protezione delle altre unità oltre la propria.

A tale scopo, è previsto che la nuova fregata riceverà missili antiaerei ESSM Block 2 e la sostituzione del ciws Goalkeeper con il SeaRAM. Questi nuovi sistemi d’arma saranno completati da Leonardo Marlin VS 30mm ed impianti remotizzati Hitrole da 12,7mm nonché mitragliatrici leggere contro le piccole minacce di superficie. Per il contrasto antinave a lungo raggio, il Ministero della Difesa è interessato ad acquistare il missile AGM 185C LRASM quale successore del missile anti-nave Harpoon oggi in dotazione.

L’armamento principale sarà costituito da un impianto Leonardo LW 127/64mm in grado di tirare il munizionamento Vulcano per tiri di precisione a lungo raggio.

Difesa antisom

Il principale sistema d’arma sottomarino sarà il nuovo siluro acquistato con il progetto “Sostituzione del siluro leggero Mk46”. Per la difesa contro i siluri nemici, le nuove fregate saranno dotate di un sistema per ingannare i siluri nemici. In futuro, si prevede di sviluppare ed installare un cosiddetto sistema hardkill, un siluro anti-siluro.

Sarà presente anche il ponte di volo e l’hangar che saranno in grado di operare un elicottero multiruolo NH-90 NFH ed un UAV.

Equipaggio e caratteristiche costruttive

L’equipaggio delle nuove unità sarà di 110 persone. Peraltro, seguendo le tendenze odierne,  saranno disponibili 40 letti supplementari e varie aree per il personale specifico della missione e le loro attrezzature.

Le navi saranno lunghe 146 metri, avranno velocità superiore ai 30 nodi e un dislocamento attorno alle 6.000 tonnelate.

Fase di indagine completata

La fase investigativa è stata ora completata con un progetto che soddisfa i requisiti di Difesa e NATO. I partner Belgio e Paesi Bassi hanno seguito il processo di progettazione con il costruttore navale Damen e Thales. Il gruppo francese è il fornitore del sistema integrato di combattimento e del radar.

L’esame accurato dei requisiti, del budget e della pianificazione si è rivelato complesso e ha richiesto più tempo del previsto. Era stato anche valutato se un design “pronto all’uso” ma, alla fine, non soddisfaceva i requisiti.

Stato del programma

In precedenza era stato riferito che la prima nuova fregata sarebbe stata operativa a partire dal 2025 circa. Peraltro, dopo la firma del contratto sarà necessaria una fase di progettazione dettagliata di circa 2 anni prima dell’inizio della costruzione. Pertanto, è probabile che la prima nave sarà consegnata solo nel 2027 con le prove che saranno eseguite immediatamente. La Marina Olandese dovrebbe ricevere la prima fregata nel 2028 e la seconda un anno dopo, mentre le fregate belghe saranno consegnate entro il 2030.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet