Nuova scoperta di ENI in Egitto


Si registra una nuova scoperta nell’area offshore del Delta del Nilo, nella concessione di North El Hammad da parte dell’ENI.

Infatti, Eni (operatore del Blocco), assieme ai partner nel blocco BP e Total, ha perforato con successo il primo pozzo esplorativo sul prospetto denominato Bashrush.

TEKMOR Monitor: Cabinet denies giving up stake in Zohr gas field ...

La nuova scoperta è stata localizzata a 22 metri di profondità d’acqua, a 11 chilometri dalla costa, 12 chilometri a nord-ovest del giacimento di Nooros e circa 1 chilometro a ovest del giacimento di Baltim South West. Peraltro, i giacimenti di Nooros e Baltim South West sono già in produzione.

Pertanto, Eni avvierà, assieme ai partners BP e Total e in coordinamento con l’Egyptian Petroleum Sector, le opzioni di sviluppo della nuova scoperta per accelerare la rapida messa in produzione del giacimento Bashrush sfruttando le infrastrutture già presenti nell’area.

Inoltre, Eni continuerà l’attività esplorativa nella “Great Nooros Area”; entro l’anno sarà perforato il pozzo esplorativo denominato Nidoco NW-1 DIR che è situato nella concessione Abu Madi West.

Nella concessione di North El Hammad, che è in partecipazione con Egyptian Natural Gas Holding Company (EGAS), Eni detiene il 37,5 % di interesse nella concessione ed il ruolo di operatore, mentre BP e Total detengono, rispettivamente, il 37,5 % e Total il 25% della quota del gruppo Contrattuale.

Nel 2020 la produzione netta di Eni in Egitto è  stata di circa 280.000 barili di olio equivalente al giorno.

Fonte ENI

Immagine TEKMOR MONITOR


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet