Israele ha fretta di ricevere i KC-46A Pegasus


Nei primi giorni di marzo 2020 il Dipartimento di Stato aveva autorizzato la vendita di otto aerorifornitori KC-46A Pegasus per 2,4 miliardi di dollari a Israele.

Malgrado non sia stata ancora siglata la “lettera di approvazione” con Boeing per il programma Pegasus, Tel Aviv ha richiesto di ricevere in anticipo due KC-46A in consegna all’US Air Force il prossimo anno.

EDWARDS AIR FORCE BASE, Calif. (May 5, 2017) A Boeing KC-46 Pegasus is loaded on the rotating platform at the Benefield Anechoic Facility for a series of avionics tests at Edwards Air Force Base. The anechoic facility provides a controlled electromagnetic environment and is shielded against radio frequency interference. (U.S. Air Force photo by Christopher Okula)

L’USAF dovrebbe dunque rinunciare ai due Boeing da “girare” ad Israele ed aspettare l’anno successivo per reintegrarli.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 74280.jpg
Boeing 707 mentre rifornisce una formazione di F-16
(foto: www.iaf.org)

Secondo la programmazione originale i primi due velivoli sarebbero dovuti arrivare nel 2023 ma i Boeing 707, attualmente in servizio nell’Aeronautica israeliana, hanno ormai raggiunto i 60 anni di età e lo scorso anno sono stati anche messi a terra.

Israele ha dunque l’impellente necessità di poter fare affidamento su una componente di tanker in grado di assicurare la continuità delle operazioni di volo a lungo raggio (Iran in primis).

I contatti, secondo quanto riportato dal The Jerusalem Post, sono avvenuti durante la giornata di mercoledì e la risposta di Washington non dovrebbe tardare ad arrivare.

Giappone e Israele

JASDF KC-46A prop model at Miho Air Base May 28, 2017.jpg
Modellino del Boeing KC-46A giapponese (a destra)
Modellino del Kawasaki C-2 (a sinistra)
By Hunini – Own work, CC BY-SA 4.0, Link

Israele è il secondo cliente internazionale per i KC-46 dopo il Giappone che ha in programma di acquistare sei KC-46A ad un costo di circa 200 milioni cadauno da affiancare i quattro KC-767 già in servizio. I lavori per il primo esemplare sono iniziati nel 2019.

La fretta di Tel Aviv di ricevere i Pegasus si deve però scontrare con alcuni ritardi e problemi che attanagliano lo sviluppo dell’aerorifornitore fin dalle prime tappe del programma.

Carburante

Martedì 7 Luglio 2020 gli Stati Uniti hanno autorizzato la vendita di 990 milioni di galloni americani (1 U.S. gal = 3,78 litri) di carburante per aerei (JP-8), diesel e benzina ad Israele per 3 miliardi di dollari.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet