Sale la tensione tra Israele, Libano e Siria


Il Governo Israeliano ha avvertito pubblicamente i Governi di Beirut e Damasco di ritenerli direttamente responsabili di tutte le azioni provenienti dal Libano.

Per Tel Aviv la situazione è gravemente degradata in Libano e Siria a causa della pesante crisi economica, delle situazioni interne esplosive e per la pandemia di covid 19 fuori controllo.

Immagine

Il Ministro della Difesa Gantz ha disposto l’invio di consistenti rinforzi ai confini settentrionali con il Libano e nella regione del Golan ai confini siriani.

Immagine

Lo stesso Gantz si è affrettato a precisare che Israele non nutre alcuna aspirazione di annessione nei confronti di territori sotto sovranità libanese e siriana. Peraltro, ha voluto precisare che Tel Aviv non rimarrà impassibile dinanzi a nuove aggressioni e sarà salvaguardata la sicurezza di Israele.

Infatti, si sono registrati episodi che hanno visto la morte di almeno un militare israeliano ed il ferimento di un altro, nonché l’uccisione di un miliziano Hezbollah in Siria.

In Siria, nei giorni scorsi si è registrato un presumibile attacco da parte di elicotteri Apache contro i posti INTEL dell’esercito siriano nella zona di confine con Israele in risposta al fuoco ricevuto dalla parte siriana del confine.

Inoltre, dalle autorità israeliane è stata ordinata dalle 20.59 del 24 luglio fino alle 20.59 del 27 luglio la chiusura dello spazio aereo del confine libanese-siriano.

Immagine

L’Esercito di Tel Aviv nei giorni scorsi è riuscito a prendere il possesso di un drone di Hezbollah che volava al confine tra Libano ed Israele.

In Libano sì è segnalato un breve scontro a fuoco tra elementi “non identificati” e personale spagnolo dell’UNIFIL, oltre a numerosi tentativi di intrusione nel territorio israeliano in questi ultimi mesi.

Da notare che in questi ultimi tre/quattro giorni è aumentata l’attività aerea israeliana sui cieli libanesi. Beirut ha denunciato che, tra venerdì e sabato. il suo spazio aereo è stato violato almeno venti volte.

Da parte sua, Hezbollah ha mostrato un drone israeliano quadricottero caduto in Libano.

Immagine

In un primo tempo si era sparsa la notizia che Israele avesse perso addirittura un Hermes 450, ma le autorità militari israeliane hanno prontamente smentito. Le foto postate da Hezbollah hanno confermato la tesi israeliana che ammetteva la perdita di un suo drone ma senza alcuna implicazione strategica, date le caratteristiche della macchina caduta in Libano

Il movimento Hezbollah ha gettato acqua sul fuoco e ha comunicato di non voler cadere nelle” provocazioni israeliane”, pur dicendosi pronto a far fronte a qualsiasi evenienza.

Peraltro, è notizia di pochi minuti fa, al confine tra Libano ed Israele, è stato segnalato il lancio di un missile anticarro da parte di elementi Hezbollah contro un veicolo dell’Esercito Israeliano che ha immediatamente risposto con fitto tiro di artiglieria.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet