Raytheon svilupperà il prototipo del nuovo satellite meteo dell’U.S. Space Force


L’U.S. Space Force ha scelto Raytheon per sviluppare il prototipo del nuovo satellite meteorologico avanzato che fornirà ai militari statunitensi le immagini meteo e la caratterizzazione delle nuvole (TWICC).

Il Next Generation Electro-Optical Infrared Weather Satellite sostituirà i satelliti del Defense Meteorological Satellite Program (DMSP) lanciati in orbita tra il 1962 ed il 2014.

DMSP 50th Anniversary Logo

Lo sviluppo della nuova generazione trae le sue origini nel 2015 con il Congresso preoccupato dall’avvicinarsi della fine della vita utile della costellazione DMSP.

L’ORS-8, prodotto dalla Sierra Nevada e dalla Harris in collaborazione con la NASA, avrebbe dovuto essere lanciato nel 2020 e servire come gap filler ma complici alcune proteste legate all’assegnazione del contratto ed all’estensione della vita utile del DMSP il progetto è stato accantonato.

Altre soluzioni ad interim come quella di un free-flying spacecraft oppure la presa in prestito di un satellite della NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) sembrano dunque allontanarsi.

Soluzione rapida

La Raytheon Intelligence & Space ha affermato infatti di poter sviluppare il prototipo del nuovo satellite in soli otto mesi impiegando tecnologie già usate nel campo come la suite Visible Imaging Radiometer (VIIRS) e il Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer (MODIS).

Tipica immagine notturna del VIIRS
(By NASA Earth Observatory images by Joshua Stevens, using Suomi NPP VIIRS data from Miguel Román, NASA’s Goddard Space Flight Center – NASA https://www.nasa.gov/feature/goddard/2017/new-night-lights-maps-open-up-possible-real-time-applications (image link), Public Domain, Link)
Unità MODIS
(By MODIS team – NASA Goddard, http://modis.gsfc.nasa.gov/, Public Domain, Link)

L’intero programma si articolerà in tre differenti fasi: ricerca e sviluppo, revisione finale del progetto ed infine costruzione, integrazione e lancio.

Fonte: qui

Rispetto al DMSP il nuovo sistema funzionerà sulla falsariga del Programma Blackjack della DARPA: una costellazione di satelliti interconnessa e distribuita. Il segmento di terra servirà da punto nodale per la capacità Space-Based Environmental Monitoring (SBEM) del Dipartimento della Difesa.

Secondo la pianificazione attuale il primo satellite sarà operativo a partire dal 2025. La Raytheon non ha reso noto l’importo del contratto.

Comunicato stampa di Raytheon: qui

Immagine di copertina (repertorio): satellite DMSP Block-5D2
Public Domain, Link


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet