Incendio alla USS Bonhomme Richard, c’è un sospettato


Agenti dell’NCIS (Naval Criminal Investigative Service) e dell’ATF (Bureau of AlcoholTobaccoFirearms and Explosives) avrebbero interrogato un marinaio sospettato di essere coinvolto nell’incendio scoppiato a luglio a bordo della USS Bonhomme Richard (LHD-6) a San Diego

Fino ad ora però non sono state mosse accuse ufficiali ma una fonte ha riferito alla CNN che “c’è un potenziale sospetto”.

L’US Navy e l’NCIS hanno rifiutato di commentare la notizia.

L’incendio alla Bonhomme Richard è partito da un ponte inferiore e per una serie di cause (impianto antincendio non funzionante, lentezza nelle risposta iniziale,etc) ha bruciato la quasi totalità della nave per quasi 96 ore. Il calore sprigionato è stato talmente elevato che l’albero sopra la sovrastruttura è collassato. Undici dei quattordici livelli sono danneggiati

Non è ancora chiaro cosa voglia fare la Navy dell’LHD-6.

L’unità era a San Diego per effettuare una serie di lavori per 250 milioni di dollari ed ha ormai ventidue anni. I costi per rimetterla in servizio potrebbero essere troppo elevati


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet