Batterie agli ioni di litio per i prossimi sottomarini sud coreani


Un sottomarino con dislocamento di 3.600 tonnellate, dotato di nuove batterie agli ioni di litio, sarà consegnato alla Marina della Corea del Sud nel 2026.

I vantaggi delle batterie agli ioni di litio

Le batterie agli ioni di litio rispetto a quelle ordinarie al piombo-acide risultano essere molto più efficienti dal punto di vista energetico, occupano meno spazio e migliorano la capacità di navigazione subacquea nonché le manovre ad alta velocità rispetto alle batterie convenzionali.

Pertanto, la Corea del Sud ha sviluppato un progetto preliminare concernente un sottomarino diesel-elettrico dotato di batterie agli ioni di litio.

La Defense Acquisition Program Administration o DAPA, l’ufficio tecnico-amministrativo e di ricerca che sovraintende alle politiche di acquisizione dei sistemi d’arma delle FF.AA di Seul ha dichiarato che un prototipo per la verifica delle prestazioni sarà allestito entro la prima metà del prossimo anno.

Lo sviluppo in tre fasi della flotta sottomarina sud coreana

Come è noto, la Corea del Sud ha deciso di sviluppare in tre fasi la propria flotta subacquea. Durante la prima fase, Seul si è affidata a Berlino per la costruzione di nove sottomarini diesel-elettrici da 1.200 tonnellate classe Chang Bogo (Type 209) o KSS-1 con l’aiuto tecnico della Howaldtswerke-Deutsche Werft (HDW). Successivamente, per la seconda fase la costruzione di sei battelli da 1.800 tonnellate classe Sohn Wonyil (Type 214 dotati capacità di lancio di missili da crociera) o KSS-2 ha visto la crescente partecipazione e presenza dell’industria locale. Infine, per la terza fase, è previsto che i sottomarini di dislocamento di oltre 3.000 tonnellate classe Dosan Ahn Changho o KSS-3 siano costruiti ricorrendo a tecnologie locali.

 La Corea del Sud ha ordinato i primi tre battelli KSS-II / Type 214 nel 2000 che sono state assemblate da Hyundai Heavy Industries. L’ordine Batch 2 prevedeva la costruzione altri sei ulteriori battelli costruiti da Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering tutti entrati in linea. I sottomarini KSS-II del primo lotto, a differenza dei Type 214, per motivi di costo adottano batterie al piombo-acido invece delle costose batterie di accumulo AIP utilizzate nella classe 212. Sono armati di otto lanciasiluri da 533 mm e secondo i media la Corea del Sud sonno in grado di impiegare il Cheonryong , un missile da crociera con una gittata di 500 km. Inoltre, di detto missile sono in fase di sviluppo anche versioni con aumento dell’autonomia, portate a 1000 km e 1500 km.

Peraltro, è da notare che il primo sottomarino da 3.800 tonnellate varato nel 2018 è ancora dotato di tradizionali batterie convenzionali al piombo-acido. L’impiego di tali batterie richiede frequenti risalite in superficie per la ricarica con conseguente aumento del rischio per il battello di essere individuato ed attaccato.

DAPA si è detta ottimista sullo sviluppo di batterie agli ioni di litio, citando le tecnologie avanzate accumulate dall’industria delle batterie della Corea del Sud. La sicurezza e l’affidabilità saranno la priorità nello sviluppo di batterie agli ioni di litio per sottomarini per prevenire il rischio di possibili devastante esplosioni.

I nuovi battelli Dosan Ahn Changho della I serie hanno un dislocamento attorno le 3.800 tonnellate, mentre la seconda serie raggiungerà le 4.250 tonnellate.

Foto social network


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet