Turchia ed Ucraina siglano accordi di cooperazione militare


Venerdì scorso ad Istanbul la Turchia e l’Ucraina hanno siglato accordi di cooperazione militare, dando vita ad un partenariato per la Difesa inteso a controbilanciare il peso strategico della Russia nella area del Mar Nero.

Volodymyr Zelensky e Recep Tayyip Erdogan / REUTERS

Data l’importanza del’evento, il Presidente Ucraino Volodymyr Zelenskiy e il Turco Recep Tayyip Erdogan hanno presenziato alla firma di un accordo di “buona volontà” riguardante l’industria della difesa e un “accordo quadro militare”.

La sottoscrizione di questi accordi avviene mentre divampa nel conflitto nel Caucaso tra Azerbaijan ed Armenia per il controllo della regione Nagorno-Karabakh. Tale conflitto ha provocato una crisi acuta delle relazioni tra Ankara e Mosca. Infatti, la Turchia sostiene apertamente l’Azerbaigian nella disputa, mentre la Russia mantiene una sua base militare in Armenia e tra Mosca ed Erevan vige un patto di sicurezza in base al quale la Russia è autorizzata ad intervenire militarmente nel caso in cui l’Armenia sia attaccata.

Da notare che Mosca mantiene buoni rapporti con Baku ed è scesa in campo nel corso della crisi per sedare gli animi e intavolare trattative tra i contendenti al fine di stabilire una sospensione dei duri combattimenti in atto per una soluzione diplomatica della crisi.

I rapporti tra Mosca ed Ankara, nonostante la fornitura di sistemi missilistici russi di difesa aerea S-400 alla Turchia che ha causato un putiferio all’interno della NATO, hanno conosciuto una serie di cortocircuiti sia pure limitati in Siria e in Libia, dove le rispettive forze ufficiali e non ufficiali ivi schierate si sono “punzecchiate” in diverse occasioni con reciproche perdite di uomini e materiali.

Tornando agli accordi siglati, In particolare il Ministro della Difesa ucraino Andriy Taran e il Presidente delle industrie turche della Difesa İsmail Demir hanno firmato un memorandum d’intenti sui progetti di interesse comune nel settore della difesa.

Il memorandum sancisce la volontà di entrambi i Paesi di sviluppare i programmi dell’industria della difesa e rafforzare le capacità di difesa, nonché di stabilire una cooperazione a lungo termine reciprocamente vantaggiosa. Il memorandum delinea l’intenzione delle parti di lanciare e realizzare progetti comuni tra cui la costruzione di navi da guerra, UAV e tutti i tipi di motori a turbina. Peraltro, nel 2019 Kiev già aveva raggiunto un accordo con Ankara per l’acquisto di droni di fabbricazione turca.

Inoltre, Taran e l’omologo turco Hulusi Akar hanno siglato un accordo militare quadro.

In particolare, tale accordo quadro definisce le aree di cooperazione , i suoi principi, il regime di sicurezza delle informazioni classificate, la procedura per lo scambio di informazioni di intelligence, la regolamentazione giuridica dell’attività degli specialisti distaccati da ciascuna parte, il risarcimento per eventuali danni, la risoluzione delle controversie ed altre questioni.

Foto Reuters


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet