Israele avrebbe richiesto agli Stati Uniti gli F-22


Secondo la stampa israeliana, come contropartita al via libera dato dal Premier Netanyahu alla vendita da parte degli Stati Uniti agli Emirati Arabi Uniti dei caccia bombardieri Lockheed Martin F-35 Lightning II a seguito dell’accordo di Pace siglato a Camp David da Israele ed Emirati Arabi Uniti, il Governo di Tel Aviv avrebbe presentato ad alti funzionari statunitensi la richiesta di poter acquistare i caccia da superiorità aerea Lockheed Martin/Boeing F-22 Raptor.

File:Lockheed Martin F-22A Raptor JSOH.jpg - Wikipedia

Tale clamorosa indiscrezione sarebbe emersa a seguito della visita del Ministro della Difesa Gantz negli Stati Uniti, visita nel corso della quale sono stati trattate con la controparte nord americana numerose questioni, dagli F-15EX, a nuovi lotti di F-35I, ai KC-46, senza tralasciare le questioni relative i V-22 ed i CH-53K/CH-47F nonché la partecipazione israeliana ad alcuni programmi di UAV/UCAV avanzati di interesse dell’USAF.

Infatti, secondo l’entourage militare israeliano, la vendita degli F-35 agli Emirati Arabi Uniti e più in generale di materiale aeronautico avanzato, come gli F-15QA, Typhoon e Rafale nonché di sistemi missilistici di ultima generazione rischia di stravolgere gli equilibri sin qui mantenuti in Medio Oriente, con Israele che ha goduto di una supremazia indiscussa. In tale situazione Israele vede il rischio sempre più crescente di erosione del suo vantaggio tecnologico/operativo e tenta di ricorrere ai ripari, sensibilizzando Washington sul tema.

Lockheed Martin-Boeing F-22 Raptor - Wikipedia

Non sarebbe la prima volta che Israele richiede agli Stati Uniti i Raptor; già negli anni scorsi fu presentata analoga richiesta che fu rigettata da Washington, autorizzando in sua vece la vendita di un nuovo lotto di F-15I ad Israele.

Peraltro, allo stato attuale la richiesta israeliana si scontrerebbe con l’avvenuta chiusura della linea di produzione degli F-22, con la consegna del 187° esemplare, nonché dal divieto di esportazione di questo potentissimo sistema d’arma al di fuori degli Stati Uniti imposto da una legge federale.

Inoltre, c’è da notare che in tempi recenti anche il Giappone, in cerca di un nuovo caccia da superiorità aerea, avrebbe richiesto gli F-22 ricevendo un secco diniego; come alternativa, Washington avrebbe offerto a Tokyo la partecipazione ad un programma in cui sarebbero confluite le tecnologie sviluppate per gli F-22 fuse con quelle più recenti messe a punto per gli F-35.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet