La Germania approva “Quadriga” e acquista 38 Eurofighter per 5,4 miliardi di euro


Il Bundestag ha approvato l’acquisto di 38 caccia multiruolo Eurofighter per 5,4 miliardi di euro per la Luftwaffe nell’ambito del programma “Quadriga”.

I velivoli saranno consegnati nell’ultima versione, la Tranche 4, ed andranno a sostituire gli ormai “vetusti” e limitati aerei della Tranche 1 attualmente in servizio.

Non bisogna infatti dimenticare che gli Eurofighter della Tranche 1 hanno limitate capacità operative nel combattimento aereo mancando poi completamente in quelle aria-suolo.

La Germania potrebbe acquistare fino a 90 nuovi Eurofighter per sostituire, oltre ai precedentemente citati Tranche 1, anche parte dei Panavia Tornado (impiegati anche per lo strike nucleare e non solo).

Con l’aggiunta dei velivoli in programma l’Aeronautica tedesca diverrebbe la più grande utilizzatrice dell’EFA (181 aerei) staccando il Regno Unito ferma a 160 esemplari ordinati.

Da sottolineare come all’interno del lotto di 38 velivoli quattro di essi sono dedicati alla “sperimentazione” con equipaggiamenti e predisposizioni dedicate per svolgere ulteriori prove e integrazioni in modo da proseguire l’aggiornamento del velivolo in futuro.

Berlino si è però mossa anche per assicurarsi una piattaforma per assolvere i compiti di attacco nucleare e ECR/SEAD dato che l’eventuale mantenimento in linea dei Tornado IDS residui sino al 2030 costerebbe ai contribuenti tedeschi circa 9 miliardi di Euro.

Tramontata, per questioni politiche, la scelta Joint Strike Fighter la Germania si è diretta verso un improbabile (ed anche molto costoso) mix tra F/A-18 (per assolvere alla missione di deterrenza nucleare con le B-21) ed EA-18G (versione derivata dall’F/A-18 ma specializzata nella guerra elettronica).

Eurofighter ECR

Airbus ha però presentato una versione ECR dell’Eurofighter che sarà disponibile a partire dal 2026 per le missioni di Guerra Elettronica/SEAD/DEAD.

Captor-E

Radar Captor-E

Tra le novità che accompagnano la Tranche 4 dell’Eurofighter c’è il nuovo radar, finalmente AESA, Captor-E Wide Filed of Regard che rappresenta l’evoluzione del già noto CAPTOR-M. Grazie all’evoluzione tecnologia, il CAPTOR-E effettua funzioni avanzate:

  • Radar Controllo di tiro aria/aria e aria/terra con riposizionatore WFoR
  • Multimode
  • Una capacità di tracciamento dei target aria-aria più veloce
  • Rilevamento più veloce aria/aria e tracciamento dei bersagli
  • Guida missili – migliore affidabilità operativa, costi ridotti di manutenzione e potenziale di crescita.

Immagini: Ministero della Difesa tedesco, Airbus


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet