Prove di aerotrasporto del Griffon 6×6 a bordo del A400M


Un nuovo importante traguardo è stato raggiunto dalla Difesa Francese che ha dimostrato con successo la possibilità di trasportare i nuovi APC Griffon 6×6 dell’Armée de Terre da parte degli A400M Atlas in forza all’Armée de l’air.

Guidato dal Centro di Competenza Aerea Militare (Centre d’Expertise Aérienne Militaire o CEAM), questo riuscito esperimento mirava a contribuire all’approvazione del trasporto aereo del veicolo Griffon alle condizioni definite dalla Direzione Generale degli Armamenti ( Direction générale de l’armement o DGA).

Il Griffon è un veicolo da trasporto di nuova generazione, realizzato all’interno del programma di ammodernamento Scorpion dell’Armée de Terre. Il Griffon è un veicolo di dimensioni imponenti del peso di 24,5 tonnellate, lunghezza di 7,58 metri, larghezza di 2,54 metri ed altezza 3,50 metri. Le  missioni del Griffon consistono nel supportare e trasportare i fucilieri equipaggiati con il sistema d’arma Felin il più vicino possibile all’area di combattimento.

La Legge di Programmazione Militare (LPM) 2019-2025 prevede che 936 Grifoni entreranno in servizio entro il 2025.

È disponibile in diverse versioni: trasporto truppe (fanteria, genio, cavalleria, logistica, ecc.), ambulanza e posto di soccorso, comando di artiglieria e posto di osservazione. Una delle caratteristiche del Griffon è la grande modularità delle versioni con un corpo unico e un sistema di kit (ad esempio protezioni aggiuntive) e vari sensori che permettono di adattare ogni veicolo alla missione in questione.

Offre un livello di protezione notevolmente migliorato, sia contro minacce balistiche che mine ed ordigni esplosivi improvvisati (IED), con blindature più efficienti, una stazioni per armi a controllo remoto o Remote Weapon Station (RWS) e sensori di ultima generazione. Come tutti i veicoli sviluppati nell’ambito del programma Scorpion, il Griffon è equipaggiato con la comune vetronica Scorpion, il sistema informativo SICS e la radio Contact.

Questo test operativo è stato eseguito nell’ambito della campagna di prove condotta dalla DGA Aeronautical Techniques a partire dal 2017. Le prove di trasporto aereo si sono sviluppate in tre fasi. La prima consisteva nell’individuare, misurare e conoscere con precisione le dimensioni del veicolo e le masse degli assi e delle ruote al fine di determinarne la capacità di carico a bordo di un A400M. La seconda fase ha permesso di verificare effettivamente questa capacità, caricando nel simulatore strumentato A400M modello MAQCIS (modello A400M caricamento e istruzioni semplificato). Infine, l’ultima fase è stata dedicata al controllo e all’ottimizzazione dei vincoli sviluppati dalla simulazione all’interno del reparto di trasporto aereo.

Mai prima d’ora un A400M aveva caricato e trasportato un Griffon, il veicolo blindato multiruolo destinato a prendere il posto dei VAB nella fila dell’Armée de Terre.

Pertanto, l’Atlas è ora in grado di schierare e recuperare i Griffon su qualsiasi terreno a lui accessibile e l’A400M è divenuto l’unico aereo dell’Amée de l’AIr in grado di fornire il trasporto aereo per questo veicolo.

Le capacità operative del A400M stanno progredendo. Capace di intervenire in prima linea nei teatri operativi, al centro di un dispositivo complesso e connesso, dispone di avanzati sistemi di autoprotezione e trasmissione dati.

Questi sistemi consentono il rilascio d’aria (di attrezzature, paracadutisti) o eseguire atterraggi d’assalto su qualsiasi tipo di terreno. L’A400M è anche in grado di svolgere missioni di evacuazione medica nonché missioni di rifornimento in volo a favore di aerei ed elicotteri.

Attualmente sono entrati in linea 17 velivoli Airbus A400M con l’Armée de l’Air. La La Legge di Programmazione Militare (LPM) 2019-2025 prevede l’acquisto di un totale di 25 A400M Atlas in servizio entro la fine del 2025.

Fonte e foto Direction générale de l’armement


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet