I conti di Leonardo tra ordini e pandemia


Il Consiglio di Amministrazione di Leonardo, riunitosi oggi sotto la presidenza di Luciano Carta, ha esaminato e approvato all’unanimità i risultati al 30 settembre 2020.


I risultati dei primi nove mesi dimostrano che abbiamo risposto prontamente alle sfide di breve periodo del 2020, reagendo in maniera efficace alle dinamiche di un contesto in continuo cambiamento.  Abbiamo intrapreso azioni per diventare più resilienti e agili: abbiamo ridotto i costi, prioritizzato gli investimenti senza comportare ritardi sui programmi, riorientato gli ordini ricevendo un supporto significativo dai nostri clienti nazionali, riconfigurato le linee produttive per rispondere alle restrizioni dovute al COVID, abbiamo implementato in modo rapido ed efficace modalità di smart working, portando avanti la produzione e razionalizzando il nostro business in linea con la domanda. Abbiamo una posizione finanziaria solida, resa ancora più robusta dalla sottoscrizione a maggio di ulteriori linee di credito e dal rifinanziamento del bond in scadenza nel 2021: non abbiamo quindi necessità di aumenti di capitale o ulteriore rifinanziamento del debito. Stiamo dimostrando una ripresa operativa costante trimestre dopo trimestre. Confidiamo nei nostri punti di forza, nei solidi fondamentali del business in un mercato comunque in crescita e siamo ben posizionati per uno sviluppo sostenibile nel medio-lungo periodo, anche a supporto dell’Italia. Alla base della nostra fiducia ci sono il nostro mix di business, il solido portafoglio ordini, le relazioni con i clienti, la posizione di leader in segmenti chiave con prodotti e servizi di qualità, il nostro ruolo nei principali programmi internazionali e la nostra spinta innovativa tesa alla identificazione di nuove opportunità di business” ha commentato Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo.

I risultati dei primi nove mesi del 2020 confermano la resilienza del Gruppo già evidenziata in occasione della relazione finanziaria semestrale, in un contesto senza precedenti, con una performance commerciale che si conferma sugli stessi livelli dello scorso anno beneficiando di ordini in ambito governativo/militare da parte dei clienti domestici a fronte di taluni slittamenti nelle campagne export e della flessione della domanda nel settore civile.
Sostanzialmente in linea con i primi nove mesi del 2019 anche i volumi dei Ricavi, supportati da un solido Backlog e dalla crescita del programma EFA Kuwait e di Leonardo DRS, in grado di compensare i rallentamenti indotti dalla pandemia.
La performance industriale, pur impattata dagli effetti del COVID-19, conferma l’efficacia delle iniziative messe in campo per garantire il progressivo recupero della piena operatività del business. La redditività risente anche del minor apporto delle JV e di un mix di attività caratterizzato da programmi in fase di sviluppo o in cui il Gruppo opera in qualità di Prime, a marginalità inferiore alla media ma fondamentali per il posizionamento attuale e futuro dei prodotti e delle tecnologie del Gruppo stesso.
Infine il flusso di cassa risente dello spostamento verso fine anno degli incassi legato allo slittamento di milestone di attività e di consegna di macchine per effetto del COVID-19, che hanno comportato un incremento del circolante con conseguente assorbimento di cassa.

  • Buona performance nei primi nove mesi, Ordini a € 8,5 miliardi e Ricavi a € 9 miliardi in linea con il 2019 sostenuti a livello globale da Velivoli, Elicotteri, Elettronica Europa e Leonardo DRS, business che hanno avuto una performance positiva a livello di EBITA
  • Solida posizione finanziaria 
  • Progressi verso il raggiungimento della Guidance 2020 e piena fiducia nei fondamentali del business

Risultati al 30 settembre 2020

Risposta positiva ed efficace alle sfide di breve periodo con ottimi risultati nell’attuale contesto macroeconomico

  • Ottimi risultati commerciali
  • Gestione operativa in costante ripresa trimestre dopo trimestre
  • EBITA sostenuto dalla performance di VelivoliElicotteriElettronica Europa e Leonardo DRS
  • Solida posizione finanziaria che rende non necessarie operazioni di rifinanziamento o di finanza straordinaria

Solida performance, alcuni impatti  sul FOCF legati al COVID-19 

  • Ordini pari a € 8,5 miliardi, in linea a/a
  • Ricavi stabili a € 9 miliardi
  • EBITA pari a € 497 milioni, come previsto, in netto recupero trimestre dopo trimestre grazie alle azioni sul controllo dei costi poste in essere, -28% a/a a causa del COVID-19: andamento influenzato dalle Joint Venture 
  • FOCF negativo per € 2,6 miliardi,  a causa dell’usuale stagionalità e dell’effetto peggiorativo del COVID-19, che hanno comportato un significativo e previsto incremento del circolante con conseguente assorbimento di cassa per lo spostamento verso fine anno degli incassi legati allo slittamento di milestone di attività e di consegne di macchine civili

 
Progressi verso il raggiungimento della Guidance 2020 

  • Ordini sostenuti da campagne commerciali domestiche ed internazionali in via di finalizzazione 
  • Ricavi sostenuti da un solido portafoglio ordini e dai continui progressi sui programmi
  • EBITA supportato dal recupero di produttività e sostenuto dal militare/governativo e dal Customer Support & Tranining, trasversali al Gruppo 
  • Azioni volte al  controllo dei costi  e a mitigare i rischi legati alla performance delle Joint Venture e alle criticità del business civile
  • Forte focalizzazione sul raggiungimento dell’obiettivo di FOCF
  • Strutturato piano di azioni volto al raggiungimento dell’obiettivo di FOCF. Concentrazione di attività e di incassi negli ultimi due mesi dell’anno potenzialmente influenzati da eventuali rallentamenti legati ad ulteriori restrizioni imposte dal COVID-19


Piena fiducia nei fondamentali del business; ben posizionati nel medio-lungo periodo 

  • Solido Portafoglio Ordini di € 35 miliardi
  • Il mix tra militare/governativo, civile e Customer Support and Training è un punto di forza significativo
  • Mercato della difesa e sicurezza comunque in crescita 
  • Solidi rapporti con i mercati domestici 
  • Investimenti in innovazione mirati alla valorizzazione di competenze e portafoglio prodotti ed orientati all’allargamento delle opportunità di business
  • Presenza significativa nei programmi internazionali
  • Posizione di leadership in segmenti chiave: riconosciuta qualità dei nostri prodotti e delle attività di Customer Support and Training

Key Performance Indicator

(*) L’EBITDA è ottenuto depurando l’EBITA degli ammortamenti, delle svalutazioni (al netto di quelle classificate come “costi non ricorrenti”) e delle rettifiche di valore

(**) L’EBITA è ottenuto depurando l’EBIT dai seguenti elementi: eventuali impairment dell’avviamento; ammortamenti ed eventuali impairment della porzione del prezzo di acquisto allocato a attività immateriali nell’ambito di operazioni di business combination; costi di ristrutturazione, nell’ambito di piani definiti e rilevanti; altri oneri o proventi di natura non ordinaria, riferibile, cioè, a eventi di particolare significatività non riconducibili all’andamento ordinario dei business di riferimento 

(***) L’EBIT è ottenuto aggiungendo al risultato prima delle imposte e degli oneri finanziari la quota parte di competenza del Gruppo dei risultati delle JV strategiche (GIE-ATR, MBDA, Thales Alenia Space e Telespazio)

(****) include l’acquisizione di Kopter Group AG nel mese di aprile con un impatto sulla Posizione Finanziaria Netta di € 198 mil, l’incremento di nuove operazioni di leasing per € 153 mil, il pagamento del dividendo nel mese di maggio per € 81 mil e l’ acquisizione di un’ulteriore quota di azioni in Avio nel mese di giugno per € 14 mil

Il comunicato stampa di Leonardo è reperibile qui: Leonardo: gestione positiva ed efficace in risposta alla pandemia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet