In Spagna varata la corvetta saudita Al-Diriyah


Nella giornata di ieri, 14 novembre, presso il cantiere navale San Fernando, Gruppo Navantia, si è svolta la cerimonia del varo della corvetta saudita Al-Diriyah.

Immagine

L’Al-Diriyah è la seconda unità di cinque corvette del programma ALSARAWAT destinato a potenziare la componente di superficie della Reale Marina Saudita.

La prima corvetta, l’Al-Jubail, è stata varata, sempre dal cantiere navale San Fernardo, il 22 luglio scorso. Trattasi di unità derivate dal modello Avante 2200 Combatant e sono costruite da SAMI Navantia Naval Industries (SAMINavantia), una joint venture tra le industrie militari dell’Arabia Saudita (SAMI) e Navantia S.A. 

Caratteristiche delle Al-Jubail

Queste corvette hanno una lunghezza di 104 metri, una larghezza di 14 metri e saranno in grado di ospitare 102 persone (tra membri del equipaggio e personale aggiuntivo). Saranno in grado di raggiungere una velocità massima di 27 nodi e, tra gli altri aspetti, avranno un’autonomia di missione di tre settimane.

Le corvette Al-Jubail rappresentano l’ultima generazione di navi da combattimento progettate da Navantia, e incorporano prodotti Navantia all’avanguardia, come il sistema di combattimento e il sistema di difesa della piattaforma integrata DI MARO, il sistema di controllo del fuoco DORNA Gun, il sistema di comunicazione esterna e interna integrata NAVCOMS/HERMESYS, il sistema di navigazione e ponte integrato MINERVA, o la piattaforma di gestione integrata della piattaforma COMPLEX-SIMPLEX, insieme alle apparecchiature prodotte da Navantia sotto licenza, come il cannone principale Leonardo SUPER RAPID 76mm, il sistema di difesa ravvicinata Rheinmetall Air Defence MILLENNIUM 35mm, i motori a propulsione MTU ed i generatori ausiliari diesel.

Completano le dotazioni di combattimento un sistema di lanciatori verticali (VLS) a 8 celle per missili anti aerei, lanciasiluri antisom ed un elicottero della classe di 10 tonnellate che può essere ricoverato nel apposito hangar ed operare dal relativo ponte di volo di cui sono provviste le corvette. Nei modelli si vedono installati anche 2 lanciatori quadrupli per missili antinave AGM-84 Harpoon installati a centro nave tra l’alberatura e la sovrastruttura che contiene i condotti di scarico dei motori.

Il programma ALSARAWAT

Il programma ALSARAWAT del valore di poco meno di 2 miliardi di euro è stato lanciato nel 2018, prevede che la quinta ed ultima corvetta sarà consegnata alla Reale Marina Saudita entro il 2024 oltre il Life Cycle Support per cinque anni, dalla consegna della prima nave, con la possibilità di estensione per ulteriori cinque anni aggiuntivi.

Inoltre, il contratto comprende anche la fornitura di vari servizi come il supporto logistico integrato, l’addestramento operativo e di manutenzione, la fornitura di centri di formazione per il sistema di combattimento ed il sistema di controllo della piattaforma per le navi ed i sistemi per la manutenzione delle navi nella base navale di Jeddah della Reale Marina Saudita (RNSF).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet