L’U.S. Army cerca il sostituto dello Stinger


L’U.S. Army ha iniziato il programma che porterà alla sostituzione dello Stinger con il potenziale acquisto di oltre 8.000 missili.

Il missile spalleggiabile FIM-92 diventerà obsoleto, secondo la programmazione USA, tra il 2022 ed il 2023 e sono già in corso i lavori di estensione della vita operativa per i Block 1.

Il nuovo MANPADS (Man-Portable Air-Defense Systems) dovrà rispondere a diversi requisiti come portabilità, dovrà essere pre-assemblato per un rapido utilizzo sul campo di battaglia, in grado di essere integrato nei lanciatori Stringer SVUL alla base dei sistemi IM-SHORAD nonché su aerei, elicotteri e droni così come richiesto dalla classificazione statunitense.

Rispetto a quando fu introdotto in servizio lo Stinger, nel 1981, i moderni velivoli posseggono capacità di difesa molto più avanzate ed il nuovo missile spalleggiabile dovrà essere in grado di fronteggiare le minacce emergenti.

Rimangono inalterati, come per quasi tutti i programmi contemporanei, i requisiti di resistenza ad attacchi cibernetici.

La firma del contratto, per circa 8.000 missili, dovrebbe avvenire tra cinque anni, durante l’anno fiscale 2026 (ottobre 2025 – settembre 2026).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet