La FREMM Schergat cambia nome in “Al-Galala”, i lavori in corso


Dopo l’arrivo dei marinai egiziani presso La Spezia per iniziare i corsi sulle FREMM si aggiunge un altro importante tassello alla vendita delle due fregate al Cairo.

La FREMM “Spartaco Schergat” F-598 cambia “ufficialmente” nome in Al-Galala, una montagna nel governatorato di Suez.

I lavori sono dunque in corso e prima di fare il “passaggio” bisognerà smontare dalle unità tutto quello che non è esportabile per questioni di sicurezza nazionale come sistemi di cifrazione, comunicazioni satellitari, software classificato,etc. Eventualmente saranno sostituiti secondo le direttive egiziane.

Dalle foto si può notare lo smontaggio del sistema Thales Altesse C-ESM e COMINT dall’albero “poppiero” così come il sistema di ECM JASS (Jamming Antenna Sub System) Elettronica NETTUNO 4100 posto sotto il radar di navigazione così come l’antenna satellitare Orbit posta sul lato di dritta e quella di Selex SHF a mancina.

Lavori anche sull’antenna SICRAL ai piedi dell’albero TLC/ESM e, seppur non sia chiarissimo, sul sistema di inganni SCLAR-H di OTO Melara.

Sul lato di mancina si rimuove la scritta F598 per sostituirla con il nuovo identificativo egiziano.

Sulla fregata Emilio Bianchi, ormeggiata a sinistra, i lavori non sembrano ancora iniziati


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet