Top Aces pronta a rilevare 29 F-16 A/B israeliani


La società Top Aces fornisce alle Aeronautiche servizi di addestramento avanzato e sarebbe pronta ad acquistare in blocco 29 caccia bombardieri F-16 A/B “Netz” israeliani, ormai ritirati dalla prima linea.

File:Israel Air Force General Dynamics F-16B Netz (401) Lofting-1.jpg

La Top Aces e il Ministero della Difesa di Israele avrebbero concluso positivamente i colloqui e le trattative per questa cessione.

Il valore del contratto sarebbe di circa 100 milioni di dollari, con circa 3 milioni di dollari a velivolo.

La Top Aces è una società canadese che ha sede a Montreal (Quebec) e fornisce servizi di addestramento avanzato nonché altri servizi aerei alla Royal Canadian Air Force, l’United States Air Force e la Royal Australian Air Force.

La società canadese attualmente vola principalmente con A-4 Skyhawk ed Alpha Jet.

Il debutto operativo sui cieli del Libano

Gli F-16A/B “Netz” in questione entrarono in servizio agli inizi degli anni ottanta, in tempo utile per partecipare alla Guerra del Libano (Operazione Pace della Galilea). In quella occasione dimostrarono in pieno le loro superbe capacità come caccia intercettori e come caccia bombardieri in appoggio alle operazioni terrestri.

File:IAF F-16B Netz 017 CIAF 2004-3.jpg

Successivamente, sono stati impiegati in tutte le operazioni che hanno visto in azione gli squadroni da combattimento della Israeli Air Force.

Questi velivoli sono stati dismessi con l’avvenuta completa sostituzione con F-16 C/D “Barack” e F-16I “Sufa”. Ultimamente, la IAF ha potenziato le sue innegabili capacità di attacco in profondità con il recente dispiegamento dei primi due squadroni dotati dei caccia bombardieri multiruolo di quinta generazione Lockheed Martin F-35I “Adir”. Lo F-35I “Adir” è la versione “customizzata” della IAF con avionica ed armamento messi a punto dall’industria israeliana.

La mancata cessione alla Croazia

Tempo fa, la Croazia ed Israele si sono accordate per la cessione di circa 12 velivoli F-16A/B (ammodernati con avionica israeliana) nell’ambito di un pacchetto comprensivo di parti di rispetto, supporto logistico a lungo termine, addestramento del valore di circa 500 milioni di dollari.

Peraltro, Washington si è opposta a questa cessione, con Zagabria che, attualmente, sta valutando l’acquisto di altri caccia bombardieri multiruolo nuovi o di seconda mano, tra cui Typhoon, Rafale e Gripen.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet