L’ACV di BAE-IVECO arriva alla produzione in serie, 36 veicoli per 184 milioni di dollari


Il nuovo mezzo anfibio dei Marines, costruito da IVECO e BAE Systems, ha raggiunto la fase di Full Rate Production (FRP) dopo che il mese scorso aveva raggiunto l’IOC (Initial Operating Capabilities).

Il contratto prevede la costruzione di 36 mezzi per 184 milioni di dollari con la previsione di arrivare a 72 ad inizio 2021 e l’opzione per 80 ACV all’anno su un arco temporale di cinque anni.

L’approvazione all’FRP è arrivata martedì da parte dell’Assistente Segretario alla Ricerca,Sviluppo e Acquisto della Marina, James Geurts.

L’ACV riveste un ruolo di particolare importanza per i Marines in quanto è il primo veicolo anfibio ad entrare in servizio dopo la Guerra del Vietnam in un periodo, quello attuale, dove il Corpo sta riscoprendo le sue origini abbandonano i carri armati come l’Ambrams e tornando a focalizzarsi su quella che è loro missione principale.

Stiamo fornendo ai Marines un moderno APC che offre enormi capacità di sopravvivenza

Col. Kirk Mullins, Direttore dell’Advanced Amphibious Assault presso PEO Land Systems

Tutti e 36 i veicoli appena acquistati sono nella versione da trasporto personale mentre in futuro arriveranno oltre versioni tra cui comando, con cannone da 30 mm,etc.

Caratteristiche dell’ACV

Paragrafo estratto dall’articolo “Nuovo contratto ad Iveco Defence Vehicles per la fornitura di 26 ACV all’USMC” del 26/02/2020 di Aurelio Giansiracusa

L’ACV è un avanzato veicolo 8×8 con capacità di operare in mare aperto, dotato di un nuovo motore a sei cilindri da 700 CV che fornisce un significativo aumento di potenza rispetto alla flotta legacy attualmente in servizio.

Capace di supportare le operazioni costiere in mare aperto oltre lo stato del mare a forza 3, il veicolo può trasportare un carico di missione di 10 t, inclusa una weapon station armabile con una mitragliere di calibro fino a 40 mm.

Il veicolo è aerotrasportabile con velivoli della classe C-17 mentre in acqua è spinto da due eliche.

Ha un peso a vuoto pari a 26 tonnellate, velocità massima su strada di 105 km/h ed in acqua di 6 nodi. L’autonomia su terraferma raggiunge i 700 km.

L’ACV offre la migliore mobilità della sua classe di veicoli su tutti i terreni e prevede l’adozione di sedili sospesi per 13 Marines imbarcati, posizioni anti-esplosione per un equipaggio di tre persone ed una migliore sopravvivenza nonché protezione rispetto ai sistemi attualmente dispiegati.

L’attuale produzione a basso tasso si concentra sulla variante ACV-P. Ulteriori varianti speciali saranno aggiunte con il raggiungimento del pieno rateo di produzione nell’ambito del programma Famiglia di veicoli ACV.

Immagine di copertina: U.S. Marines with Amphibious Vehicle Test Branch, Marine Corps Tactical Systems Support Activity, drive new Amphibious Combat Vehicles along the beach during low-light surf transit testing at AVTB Beach on Marine Corps Base Camp Pendleton, California, Dec. 18, 2019. The test was designed to assess and verify how well Marines can interface with the vehicle and operate at night. The ACV is an eight-wheeled armored personnel carrier designed to fully replace the Corps’ aging fleet of Amphibious Assault Vehicles. (U.S. Marine Corps photo by Lance Cpl. Andrew Cortez)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet