Il Lockheed U-2 Dragon Lady vola con “R2-D2”


La Lockheed Martin ha reso noto di aver condotto il primo volo di un U-2 Dragon Lady con a bordo un sistema altamente sofisticato di processazione dei dati cloud Kubernetes ideato da Google e Cloud Native Computing Foundation.

Questo sistema consentirà all’aereo spia di trasmettere e analizzare i dati tempo reale sfruttando l’Intelligenza Artificiale in modo da permettere al pilota di adattare la rotta in funzione della situazione.

Una sorta di “secondo pilota” completamente autonomo e connesso per aumentare la capacità dell’aereo di portare a termine la missione con un margine di sicurezza il più ampio possibile nei confronti, ad esempio, di minaccia come le batterie missilistiche.

La funzione del sistema Kubernetes è analizzare le informazioni con algoritmi molto complessi senza impattare negativamente le prestazioni degli altri sistemi a bordo. E’ basato su un ambiente di gestione container-centric, cioè tutto è virtualizzato rispetto al sistema operativo, in grado di eseguire una moltitudine di applicazioni in modo completamente automatico.

L’U-2 è equipaggiato con l’Open System Architecture Mission Computer (EMC2) parte dell’Open Mission Systems (OMS) che rientra nel programma di aggiornamento da 50 milioni di dollari affidato dall’ USAF alla divisione Skunk Works di LOckheed Martin ad aprile 2020.

Il nuovo sistema di missione basato sullo standard OMS (Open Mission Systems) dell’USAF è studiato per integrare l’aereo con sistemi aria, spazio, mare e terra, mantenendo la rete a riparo da attacchi cyber.

Gli aggiornamenti consentiranno all’U-2 (primo volo 1955) di interagire con velivoli di 4^ e 5^ generazione e di poter integrare in futuro nuovi sensori velocemente ed in modo economico.

Immagine di copertina: A U-2 Dragon Lady flies over the Golden Gate Bridge near San Francisco, California, Mar. 23, 2016. The U-2 is capable of flying at altitudes exceeding 70,000 ft. (U.S. Air Force photo/Staff Sgt. Robert M. Trujillo)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet