Piano Europeo Spaziale da 14,8 miliardi di euro


I negoziatori del Consiglio dell’Unione Europea e del Parlamento Europeo hanno raggiunto un accordo politico provvisorio sulla proposta per il futuro “Programma Spaziale dell’Unione Europea” compreso tra il 2021 ed il 2027.

Per il programma è previsto uno stanziamento di 14,8 miliardi di euro che comprende i finanziamenti per il sistema Galileo ed EGNOS (9,01 miliardi di euro), Copernicus (5,42 miliardi di euro) e SSA e GOVSATCOM (442 milioni di euro).

Il nuovo regolamento assicurerà maggiore sicurezza e autonomia per l’UE, un ruolo più forte del Vecchio Continente nel piano spaziale, migliori benefici socioeconomici nonché la fornitura di dati e servizi di alta qualità.

Per il raggiungimento di questi obiettivi è necessario, secondo i negoziatori, semplificare e razionalizzare il quadro giuridico dell’UE, dotare di un adeguato finanziamento e stabilire norme per la governance del programma spaziale uniformando il quadro di sicurezza.

Così come previsto, il testo sarà sottoposto al Comitato dei rappresentanti permanenti del Consiglio per esame/avallo politico venerdì 18 dicembre.

Il regolamento non può esere adottato prima dell’adozione del quadro finanziario pluriennale dell’UE per il medesimo periodo 2021-2027.

Galileo ed EGNOS

Galileo

Galileo e l’European Geostationary Navigation Overlay System (EGNOS) sono sistemi sviluppati in ambito europeo per migliorare e rendere indipendente la capacità di localizzazione ed altri servizi relativi nel Continente dai sistemi esterni.

Copernicus

Copernicus è un programma di osservazione della terra in grado di espletare una lunga serie di funzioni grazie ad una serie di sei satelliti per scopi scientifici.

GOVSATCOM

GOVSATCOM

Il Governmental Satellite Communications (GOVSATCOM) è un programma dall’European Defence Agency (EDA) per consentire un collegamento satellitare sicuro ai membri dell’EDA e della Common Security and Defence Policy (CSDP) che comprendono 17 nazioni.

Immagine di copertina: (Repertorio) An ESA astronaut patch with 22 Member State flags floats in Cupola during Thomas Pesquet’s Proxima mission on the International Space Station in 2017.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet