La Francia ammoderna il sistema SCCOA


La Direzione generale degli armamenti (DGA) ha recentemente notificato tre contratti ai gruppi industriali Thales LAS France, SAAB AB e BAE Systems nel quadro dell’ammodernamento della componente dispiegabile del sistema di comando e condotta delle operazioni aerospaziali (SCCOA).

Tali contratti riguardano il sistema Martha dedicato alla gestione della difesa nella terza dimensione (aerei, elicotteri, missili, droni), i sistemi di sorveglianza aerea Giraffe dispiegabili e i radar di sorveglianza spaziale Satam.

Gli sviluppi di SCCOA sono gestiti per fasi, consentendo l’approvvigionamento e la modernizzazione coerenti ed incrementali, garantendo al contempo la continuità delle missioni.

CNH MARTHA

La Legge di Programmazione Pluriennale 2019-2025 prevede un’ulteriore modernizzazione del sistema SCCOA, con migliori capacità di rilevamento ad altitudini elevate e molto basse, nonché nel campo della sorveglianza spaziale.

Il sistema SCCOA consente alle Forze Armate di svolgere le loro missioni di sorveglianza e controllo dello spazio aereo, coordinamento della difesa terra-aria, preparazione e conduzione di operazioni aeree, sul territorio nazionale e in operazioni esterne. Comprende una serie di sensori, principalmente radar, centri operativi e trasmissioni che formano una rete automatizzata e interoperabile con la NATO.

Sistema Martha

Il primo contratto, notificato a Thales LAS France il 1° settembre scorso riguarda una nuova versione del sistema Martha (rete radar tattica per elicotteri e aerei ad ala fissa) che, in un teatro nazionale o in un teatro di operazioni esterne, fornisce il comando e il coordinamento in tempo reale dei sistemi di armi terra-aria, partecipa allo sviluppo della situazione aerea locale e mantiene una protezione tridimensionale per i soccorritori nella terza dimensione.

Le système MARTHA

Questa nuova versione dovrebbe consentire al sistema Martha di avere un rilevamento e un’interoperabilità migliorati in un ambiente in continua evoluzione. La nuova versione amplierà anche il campo di competenza di Martha con l’istituzione di un primo livello di capacità di difesa missilistica balistica (ABM).

Per migliorare la reattività, le prestazioni e l’interoperabilità, la nuova catena di comando del sistema Martha sarà rinnovata a seguito di uno sviluppo agile che coinvolge sia la DGA, l’Armée de Terre e l’Armée de l’Air et de l’Espace.

Ammodernamento del radar Giraffe

Il secondo ordine, che ha avuto luogo il 13 ottobre 2020, riguarda l’ammodernamento del sistema Giraffe. Questo sistema comprende un radar tridimensionale, un centro di comando e controllo integrato (C2) e sistemi di comunicazione, tutti collocati in un’unica cabina trasportabile ad aria.

Tale sistema consiste nell’installazione di un sistema di rilevamento, controllo, comando e difesa dalla superficie all’aria per garantire un livello iniziale di difesa aerea durante il dispiegamento di un dispositivo militare. Passato alla società svedese SAAB AB, che ha fornito il sistema, l’ordine mira ad estendere l’uso dei quattro sistemi attualmente in servizio oltre il 2030. Saranno risolte le obsolescenze software, hardware e normative aggiungendo nuove funzionalità come un collegamento dati tattico Link 16 o nuove modalità di interrogatorio degli aeromobili NATO.

Ammodernamento dei radar Satam

Infine, il terzo contratto, notificato il 16 ottobre 2020 a BAe Systems, riguarda il trattamento delle principali obsolescenze dei tre radar Satam per garantire il mantenimento della loro missione oltre il 2030. Trattasi di radar che lavorano in banda C principalmente impiegati per eventi spaziali, tracciamento per rischi di collisione e rientro in atmosfera di veicoli o parti di satelliti.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Questi radar sono utilizzati dall’Armée de l’Air et de l’Espace principalmente per la sua Missione di Sorveglianza Spaziale in aggiunta al Graves System (Grand Réseau Adapté à la VEille Spatiale)) sviluppato e mantenuto da ONERA.

Fonte ed immagini DGA- Ministère des Armées


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet