KAI produrrà la quarta serie dell’elicottero Surion

Korea Aerospace Industries ㈜ (KAI) e la DAPA( Defense Acquisition Program Administration) hanno sottoscritto il quarto contratto per la produzione di serie dell’elicottero KUH-1 Surion. Le consegne dei nuovi elicotteri dovrebbero essere completate entro il 2024.

Il KUH-1 Surion è un elicottero sud coreano sviluppato dal 2006 in sei anni da 126 tra industrie nazionali, università, istituti di ricerca e difesa per sostituire i più risalenti modelli Bell UH-1H ed i McDonnell Douglas (Hughes) MD 500 Defender in servizio da diversi decenni nelle fila dell’Esercito.… [Leggi il restro]

Leggi tutto

La nuova portaerei di Seul prende forma

La Corea del Sud ha ufficialmente avviato il programma per lo sviluppo della portaerei LPX-II stanziando i relativi fondi per 1,74 miliardi di dollari e definendo i requisiti operativi.

La nuova unità della Marina potrà operare fino a 20 F-35B a decollo verticale e farà largo uso di componenti di produzione nazionale.

Lo sviluppo sarà incentrato maggiormente sulle capacità aeree rispetto alle operazioni anfibie per per questo non sarà dotata di bacino allagabile.[Leggi il restro]

Leggi tutto

Israele termina la consegne dell’Iron Dome agli Stati Uniti

Il Ministero della Difesa israeliano ha annunciato che l’Israel Missile Defense Organization ha consegnato all’Esercito degli Stati Uniti il secondo lotto ed ultimo lotto di batterie dell’Iron Dome.

Il Ministro Ganz ha affermato che: “la consegna del sistema Iron Dome agli Stati Uniti dimostra la vicinanza tra il Ministero della Difesa israeliano ed il Dipartimento della Difesa americano, l’efficacia del sistema contro diverse minacce e le eccellenti capacità delle industrie israeliane”.… [Leggi il restro]

Leggi tutto

Prosegue lo sviluppo e la distribuzione del CWLS

Lo scorso mese di dicembre Boeing, dopo aver aggiornato il sistema CLWS (Compact Laser Weapon System) già distribuito all’USAF, ha provveduto a riconsegnarne il primo lotto di unità aumentandone la potenza massima e l’affidabilità del raggio. 

Boeing prevede di completare gli aggiornamenti sulle unità rimanenti e di consegnarle nel primo trimestre del 2021.

Le unità aggiornate forniranno ai combattenti una maggiore protezione contro i più grandi e numerosi sistemi aerei senza pilota ostili, consentiranno loro anche di sconfiggere le minacce in modo più rapido ed efficiente.… [Leggi il restro]

Leggi tutto

Collaborazione paritaria, firmato il MoU tra Italia,Regno Unito e Svezia

Il Ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha firmato il 21 dicembre l’accordo trilaterale con l’omologo inglese Ben Wallace e lo svedese Peter Hultkvist.

Il documento, chiamato Future Combat Air System Cooperation, prevede una collaborazione di tipo paritario tra i paesi ed apre la strada a quelli che saranno i Project Arrangement e la fase di Full Development che dovrebbe partire dal 2025.… [Leggi il restro]

Leggi tutto

L’Esercito Russo attende più di 400 mezzi da combattimento nel 2021

Le unità delle forze di terra russe nel 2021 riceveranno più di 400 unità di veicoli corazzati, inclusi gli ultimi carri armati T-90M. Lo ha riferito domenica il ministero della Difesa russo.

Nell’ambito dell’esecuzione dell’ordine di difesa dello stato, le imprese del complesso militare-industriale trasferiranno al Ministero della Difesa Russo modelli moderni e modernizzati di veicoli corazzati, che si sono dimostrati operativi con successo in varie zone climatiche.… [Leggi il restro]

Leggi tutto

La seconda Type 075 inizia le prove in mare, la terza prende forma e la prima è quasi pronta

La Marina Popolare cinese prosegue il suo piano di espansione e mentre la seconda LHD della classe Type 075 sta effettuando le prove in mare la terza sta già prendendo forma in cantiere.

La prima unità, varata nel settembre 2019, è anch’essa impiegata nelle prove in mare ed è ormeggiata a Sanya vicino alla portaerei Shandong, segno che il suo ingresso in servizio è ormai imminente.… [Leggi il restro]

Leggi tutto

Contrordine, la USS Nimitz diretta verso gli USA rimarrà in Medio Oriente a causa delle tensioni con l’Iran

Sono passati poco meno di due giorni dall’ordine da parte del Pentagono di rientrare negli Stati Uniti per terminare il lungo dispiegamento ma con una mossa a sorpresa Washington ha deciso che la super-portaerei Nimitz rimarrà in Medio Oriente a causa delle tensioni con l’Iran.

Il pericolo che l’Iran potrebbe effettuare manovre militari in ritorsione all’uccisione il 3 gennaio 2020 del Generale Soleimani è troppo elevato.[Leggi il restro]

Leggi tutto
close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet