La prima torre di controllo completamente digitale del DoD supera i primi test


La Remote Digital Tower (RDT) sviluppata per il Dipartimento della Difesa statunitense ha superato la prima fase di “verifica” e proseguirà la campagna di test al fine di fornire ai controllori militari un sistema digitale in grado di condensare una grande varietà di sensori per aumentare la consapevolezza situazionale anche con visibilità degradata.

Il sistema RDT è sviluppato dalla Frequentis ripensando completamente la tradizionale torre di controllo e sostituendo i “vetri” dove guarda fuori con una serie di schermi in primis per consentire la data fusion ed in secondo luogo per consentire lo svolgimento dell’attività da una posizione sicura.

L’RDT si compone di un palo telescopico fino ad una altezza di 25 metri alla sommità del quale sono presenti telecamere per coprire tutta la lunghezza della pista.

Gli schermi si interfacciano con il sistema STARS (Standard Terminal Automation Replacement System) consentendo ai controllori di visualizzare il radar direttamente attraverso le telecamere.

L’operatore ha a disposizione comandi pan-tilt-zoom e può scegliere anche la visuale termica nel caso di bassa visibilità.

La sicurezza è garantita da canali ICS-C2 e l’intero sistema è installabile all’interno di container.

E’ la prima volta che le forze statunitensi impiegato un sistema RDT.

Scheda tecnica: qui


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet