Droni SEEKER per l’Ejercito de Tierra e l’Armada Española


Pochi giorni fa l’Ejercito de Tierra e la Armada Española hanno ricevuto i primi sistemi di velivoli a pilotaggio remoto SEEKER (RPAS). 

SEEKER è un aereo a pilotaggio remoto destinato a potenziare le capacità di intelligence, sorveglianza e ricognizione (ISR) della 6a Brigata di paracadutisti «Almogávares» ( Brigada «Almogávares» VI de Paracaidistas del Ejército de Tierra ) e della (Forza di protezione della fanteria marina ( Brigada de Infantería de Marina del Tercio de Armada ), due forze d’élite che godono di fama e prestigio internazionale.

Le consegne sono state effettuate dal personale specializzato della compagnia nella Base Príncipe de Paracuellos del Jarama di Almogávares e nel Tercio de ArmadaBase di San Fernando (TEAR). 

L’RPAS è stato finanziato dal Sottodirettorato Generale della Pianificazione, Tecnologia e Innovazione ( Subdirección General de Planificación, Tecnología e Innovación ) della Direzione Generale degli Armamenti e dei Materiali (DGAM) come parte del programma RAPAZ del Ministero della Difesa spagnolo.

Infatti, nel giugno 2020 la Direzione Generale degli Armamenti e dei Materiali (DGAM) del Ministero della Difesa spagnolo e le società tecnologiche spagnole GMV e Aurea Avionics avevano firmato un contratto per fornire alle Forze Armate spagnole l’ultima versione del Seeker UAS , sviluppo di un sistema aereo senza pilota con tecnologia nazionale.

Il SEEKER RPAS, vanta un’autonomia di 90 minuti, un’autonomia di 15 km, un peso di 3,5 kg ed è dotato di sensori EO e IR a bordo. Nella nuova versione ora in distribuzione presso le Forze Armate spagnole, sono stati incorporati altri nuovi elementi, come un Remote Handheld Controller, RHC, che permette di visualizzare le informazioni ricevute in tempo reale in modo intuitivo e senza rivelare la posizione del pilota, una modalità di volo furtiva e la possibilità di operare in ambienti con segnale GPS negato, tra gli altri.

In Spagna l’aereo e i suoi sistemi sono stati progettati dalle società GMV e Aurea Avionics ; è stato prodotto totalmente in territorio spagnolo, e questo si è rivelato cruciale quando si è trattato di mitigare gli effetti del blocco della produzione a inizio e metà anno. 

Nonostante l’epidemia di COVID-19 la fabbricazione, i voli di prova e la consegna dell’aereo sono stati tutti eseguiti entro i termini di progetto, grazie a un cambio di modalità di lavoro e ad una riorganizzazione delle attività da parte del personale di entrambe le aziende e del Ministero della Difesa.

Corsi di formazione intensivi si sono tenuti nella fase finale del progetto, presso il sito di Madrid di Aurea Avionics e il Los Alijares Firing and Maneuvering Range (CMT) di Toledo. Questi corsi hanno aiutato i futuri utenti di SEEKER a familiarizzare con i suoi aspetti teorici e pratici. Le parti in aula dei corsi, tenute da personale specializzato, sono state completate con alcune vere e proprie sessioni di volo in cui è stato addestrato personale dell’esercito e della marina all’utilizzo degli RPAS, che è stato messo alla prova mediante simulazioni di missione e soluzione di imprevisti . Tutto ciò ha contribuito ad affinare gli esercizi di tracciamento dei veicoli e a identificare gli obiettivi, tra gli altri aspetti.

SEEKER fornirà BRIPAC (Paratrooper Brigade) e BRIMAR (Marine Infantry Brigade) con video in tempo reale a infrarossi termici e spettro visibile, aumentati da metadati che possono essere estratti in situ dagli operatori e da remoto dai centri di comando e controllo. Ciò è dovuto alla nuova architettura della stazione di terra, che è stata completamente digitalizzata per rendere SEEKER compatibile con i centri di comando standard della NATO nel quadro JISR (Joint Intelligence, Surveillance and Reconnaissance). Pertanto, qualsiasi forza alleata sarà quindi in grado di integrare l’aereo direttamente nella sua flotta e nei centri di comando, aggiungendo versatilità e garantendo l’operatività congiunta tra tutte le truppe e tutti i sistemi. Ciò conferisce a un prodotto interamente spagnolo una forte proiezione internazionale, consentendogli non solo di far parte del progetto di modernizzazione in corso delle forze armate spagnole, ma anche di svolgere appieno il suo ruolo nella crescente cooperazione e collaborazione delle industrie della difesa europee.

Fonte e foto Aurea Avionics


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet