Il sottomarino Gür lancia il nuovo siluro turco pesante AKYA


La Marina turca ha effettuato il lancio del nuovo siluro pesante AKYA dal sottomarino TCG Gür (S-357) nel Mediterraneo accelerando l’ultimazione del programma di sviluppo della nuova arma previsto per il corrente anno.

Alcune testate inerenti la Difesa e diversi account Twitter hanno erroneamente pubblicato le immagini del siluro Black Shark di Leonardo che però non ha niente a che fare con quello turco.

Il siluro AKYA da 533 mm di diametro ha una lunghezza di 7 metri ed un peso di 1.200 kg con una gittata di 15 km.

Il sistema di guida è via fibra ottica da parte del sottomarino oppure tramite i sensori sonar passivi ed attivi del siluro.

Lo sviluppo è iniziato nel 2009 con la sottoscrizione di un accordo tra il Ministro della Difesa, Roketsan, il Consiglio delle Ricerche turco ed il Centro di Ricerca della Marina.

Il primo “lancio” di prova è avvenuto nell’estate del 2013 da una piattaforma galleggiante.

Lo scopo del programma è quello di rendere indipendente la Turchia dall’impiego di armi subacquee di produzione estera come i Tigerfish Mk 24 inglesi oppure i tedeschi Atlas DM2A4.

Il know how acquisito durante la progettazione e lo sviluppo sarà impiegato per un nuovo siluro leggero, l’OKRA.

Il sottomarino Gür è la prima unità dell’omonima classe entrato in servizio nel luglio 2003 sulla base dei Type 209T2/1400 tedeschi, il secondo lotto che segue la classe Preveze (Type 209T1/1400).

Video


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet