In servizio il nuovo Merlin Crowsnest della Royal Navy


Il nuovo sistema di allarme aereo precoce Merlin Crowsnest della Royal Navy è entrato in servizio con lo 820 NAS o Naval Air Squadron per iniziare l’addestramento operativo presso la Royal Naval Air Station Culdrose.

Volo inaugurale del primo Crowsnest Merlin a Culdrose

Dal autunno 2020 è in corso l’addestramento degli equipaggi per utilizzare il nuovo sistema, che consente agli equipaggi di condurre la difesa aerea e missilistica, nonché il comando e il controllo degli attacchi.

Il Merlin Crowsnest è dotato di una versione aggiornata del radar Thales Searchwater 2000 ad alta potenza in grado di assicurare la sorveglianza oltre l’orizzonte, scoprire, analizzare le minacce e dare l’allarme nell’ambito della missione ASaC o Airborne Surveillance and Control. Inoltre, il radar può essere impiegato per missioni sorveglianza marittima e terrestre,nonché intelligence.

Merlin Crowsnest sul volo inaugurale con cupola radar (borsa) abbassata

Caratteristica peculiare del radar Searchwater 2000 e del Cerberus Mission System è la modularità del sistema, un vero e proprio kit, che ne consente la possibilità di essere rimosso e di essere trasferito su qualunque Merlin HM Mk.2 in servizio con la Royal Navy. Questa importante caratteristica consente alla Royal Navy di regolare la configurazione del Merlin a seconda della missione, non richiedendo la trasformazione permanente della cellula per la missione AEW.  

Ogni elicottero ha un equipaggio di tre persone: due osservatori (missione e specialisti tattici) ed un pilota. Volando in alto sopra il CSG con i loro sofisticati sensori, consentono al comandante del gruppo d’attacco della portaerei di vedere, capire e reagire ben oltre l’orizzonte A qualsiasi minaccia aerea o di superficie. Possono anche fungere da centro di controllo per le operazioni di difesa aerea condotte dagli F-35B della RAF imbarcati sulla portaerei.

Il contratto per il sistema Merlin Crowsnest è stato assegnato nel 2017 dal Ministero della Difesa di Londra a Lockheed Martin in qualità di capocommessa che si occupa dell’integrazione sensoristica ed a Leonardo che si occupa ovviamente delle modifiche del elicottero AW101 Merlin. Dal 2018, infatti, la Royal Navy è scoperta nel ruolo allarme aereo precoce perché sono stati ritirati gli ultimi Westland Sea King ASaC.7 in servizio con lo 849 NAS.

non definito

Il valore del contratto è di 269 milioni di sterline (poco meno di 318 milioni di euro) e copre la fornitura di dieci sistemi, con supporto tecnico e logistico ed il prototipo ha volato nel 2019.

Peraltro, il programma ha accusato qualche problema che ne ha rallentato il crono programma; la capacità operativa iniziale o IOC sarà dichiarata tra sei mesi, nel settembre 2021, mentre la capacità operativa completa o FOC sarà raggiunta nel 2023.

Un Merlin è pronto per Crowsnest nell'hangar dell'820 NAS

Il sistema Merlin Crowsnest sarà dispiegato in tre esemplari, sia pure ad efficienza ridotta, a bordo della portaerei HMS Queen Elizabeth che nel prossimo mese di maggio salperà le ancore con il suo Carrier Strike Group CSG-21 per operare prima nel Mediterraneo e poi nelle lontane acque del Oceano Indiano e del Oceano Pacifico. In questi teatri marittimi il CSG-21 si addestrerà ed opererà con le forze aeronavali di Alleati e Partner.

Successivamente, i Merlin Crowsnest opereranno a bordo della seconda portaerei, la HMS Pince of Wales.

Foto Royal Navy


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close

Non perderti news e approfondimenti più recenti nel campo della Difesa e non solo...

Visit Us
Follow Me
Tweet